barefoot

BAREFOOT (a piedi nudi) (Andrew Fleming, USA 2014). A metà aprile 2014 ho sentito il bisogno di mettere almeno un film 2014 nella mia selezione e ho scelto questo. Perché la protagonista femminile (Daisy), cresciuta senza contatti col resto del mondo e per questo classificata personaggio improbabile (in questo commento si parla di “offensively infantilizing”), sarebbe perfettamente a suo agio su Terra2. Il grande problema che ha una donna per decidere di trasferirsi su Terra2 è infatti quello di essere cresciuta su Terra1 e Daisy non ce l’ha. In compenso lei ne ha molti altri, di problemi, risultando spesso imbarazzante per il protagonista maschile ma anche per lo spettatore (d’altro canto sarebbero 100 o 1000 volte più imbarazzanti le persone normali, in quanto negative nella vita privata, se a tale negatività non fossimo assuefatti da sempre). Se resistete a guardare il film nonostante la donna imbarazzante, esso vi regalerà il seguente lieto fine: il protagonista maschile, dopo aver fatto tutto quello che una persona negativa può fare per farsi del male, quando incontra una donna di Terra2 non può non fare quello che gli uomini sognano invano da cinquemila anni, andando verso una relazione positiva. Con la benedizione di una famiglia altrettanto Terra1 di lui ma ricca, e probabilmente anche molto stufa di avere dei soldi che non può godersi (essendo giusto questo il prezzo da pagare alla negatività). Messaggio finale: la vera pazza non è Daisy ma gli altri quando avendone la possibilità, non mandano in pensione Terra1. Ripeto: è tutt’altro che un film speciale, ma a tre mesi e mezzo dall’inizio del 2014 non ho ancora trovato nulla di meglio sotto il profilo della positività nella produzione cinematografica del 2014.

VEDERE IL FILM <= | => APPROFONDIMENTI 
INDICE DEL RIASSUNTO DEL FILM COI MIEI COMMENTI

VEDERE IL FILM

fonte: NowVideo via Cineblog [BAREFOOT (a piedi nudi), Andrew Fleming, USA 2014, (tMWk…)]


|<= 1 – Titoli iniziali


|<= FINE RIASSUNTO DEL FILM e INIZIO APPROFONDIMENTI


|<=


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *