non dico altro

NON DICO ALTRO (Nicole Holofcener, USA 2013) – un film classificato nella sezione Terra20 perché i protagonisti sono alle prese con un secondo possibile matrimonio – tratta di un argomento decisamente importante, per Terra1 ma ancora di più per Terra2: si può apprezzare una persona abbastanza da creare con lei un matrimonio (o una relazione equivalente) anche in presenza di un difetto abbastanza evidente/indigesto? Per un’amicizia (anche con intimità e magari con sesso occasionale) ovviamente la risposta è “si”. Vale la stessa risposta in un campo come l’amore, dove in sostanza si dice all’altra persona che è la migliore del mondo ai miei occhi, se poi i miei occhi sopportano a fatica il difetto in questione (qui l’essere sovrappeso di lui)? Oltre a questo, tale film mi pare una buona occasione per riflettere sulla tesi che il segno iniziale di una relazione determina l’apprezzamento o il disprezzo del partner a lungo termine e quel che succede in mezzo può portare solo a una momentanea inversione della direzione di marcia. Il film sembra sostenere che tale tesi è falsa, ma poi finisce confermandola col suo finale. Il che richiede una spiegazione un po’ diversa da quella che si danno i protagonisti quando la nuova relazione entra in crisi, raddrizzando un’altra delle molte distorsioni sulla verità dei fatti che l’amore negativo comporta per sua natura.

VEDERE IL FILM <= | => APPROFONDIMENTI

INDICE DEL RIASSUNTO DEL FILM COI MIEI COMMENTI

VEDERE IL FILM

Fonte: VK via cineblog [NON DICO ALTRO, Nicole Holofcener, USA 2013, 93′, 6.8* (tMym – Wiki – Comingsoon 17 € ma ancora non disponibile) pressBook]


|<= 1 – Titoli iniziali


|<= FINE COMMENTO e INIZIO APPROFONDIMENTI


A<=

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *