Film anni ’90 [13]

Film prodotti negli anni ’90 recensiti su http://www.mymovies.it/film/1999/ – 989796959493929190 – presentati qui dal più utile al meno utile per avvicinarsi a Terra2, con una scheda che ne illustra il contenuto come appare ad una persona che ammette l’esistenza delle relazioni negative (=> FAQ sui film)


  1. ++ AMERICAN BEAUTY * Sam Mendes, USA 1999, 127′, 8.6 (tWCsMM9€)
  2. + RISVEGLI * Penny Marshall, USA 1990, 121′, 7.2/10 (=> MyMovies – 8 €)
  3. + DON JUAN DE MARCO MAESTRO D’AMORE * J. Leven, USA1995, 93′, 8 (M)
  4. + L’UOMO BICENTENARIO * C. Columbus, USA-Germ.1999, 131′, 7.5 (MM7€)
  5. + IL DANNOLouis Malle, Francia 1992, 111′, 7.2/10 (MyM, €)
  6. + ROMANCE X, Catherine Breillat, Francia 1999, 95′, 4.5/10 (MyM9€)
  7. Aa L’AVVOCATO DEL DIAVOLO * T. Hackford, USA 1997, 138′, 6.8 (MyM)
  8. Aa LE ONDE DEL DESTINO *sp., Lars von Trier, Dan.1996, 158′, 7.6 (M8€
  9. MATRIX, * Andy e Larry Wachowski, USA 1999, 131′, 7.4/10 (MyM – Extra – 8€)
  10. WATERWORLD *C Kevin Reynolds, USA 1995, 130′, 6/10 (MyM7€)
  11. AMERICAN BEAUTY, Sam Mendes, USA 1999, 127′, 7.9 (MyM – 9€)
  12. SPLENDIDI AMORI, Gregg Araki, USA 1999, 89′, 3/10 (MyMovies)
  13. L’OGGETTO DEL MIO DESIDERIO *N. Hytner, USA1998,112′, 6.5 (M8€)

MATRIX Andy e Larry Wachowski, USA 1999, 131′, 7.4/10 (MyM – Extra – 8€)

Preso atto che il film Matrix non permette di uscire dalla Matrix reale…

Amettere l’esistenza delle relazioni negative (che è il passo fondamentale per andare su Terra2) implica l’ammettere che l’amore coniugale è negativo (possessivo) sulla terra da almeno cinque mila anni e ciò può essere descritto affermando che la terra attuale è una Matrix e che esserne coscienti significa essere usciti da Matrix.

Io amo particolarmente il film MATRIX perché Morpheus e Trinity che aprono gli occhi a Neo mi ricordano in modo impressionante il prof. Renzo Carli e la prof.ssa Rosa Maria Paniccia che hanno aperto gli occhi a me (e a molti altri studenti di psicologia a indirizzo intervento clinico, ma a quanto pare gli altri hanno preferito richiuderli non appena superati gli esami con questi due professori e con gli altri professori che ruotavano intorno a loro).

La strada indicata da questo film per uscire da Matrix ovvero quella di lottare contro Matrix e i suoi agenti, però, non funziona affatto. Non usciremo mai da Matrix se ci mettiamo a litigare con tutti gli abitanti della terra attuale che chiamano amore l’amore negativo e con cinquemila anni di storia (non a caso la psicologia clinica fondata sull’analisi della domanda che mi ha mostrato l’esistenza delle relazioni possessive permettendomi di uscire da Matrix non spende una sola parola per litigare con il resto della psicologia, quella che non vede le relazioni possessive, limitandosi a ignorarla). Per fortuna un’altra strada per uscirne esiste ed è semplice come dare un bacio ad una donna dopo averle detto “ti amo”, perché questo bacio porta fuori da Matrix se lei ha ammesso l’esistenza delle relazioni negative e vuole per se e per le persone che ama un amore positivo.

…vi propongo una visione guidata del film

Aprite questa pagina due volte, una per farci scorrere il film e un’altra per leggere i miei commenti, poi posizionatevi al punto 118:53 e guardatelo fino alla fine pensando più o meno quanto segue.

  1. Il ruolo delle donne non è quello di fare figli ma quello di decidere cosa merita di vivere e cosa no. Fino ad ora Trinity non era sicura di amare Neo e questi senza l’approvazione di lei aveva perso la sua battaglia. Era arrivato così avanti perché aveva l’approvazione di Morpheus, ma un’approvazione maschile non basta per passare alla prossima generazione. Dopo il “ti amo” e il bacio di Trinity lui diventa invece invincibile. Andate e cercate l’approvazione di una donna sull’amore positivo se volete uscire da Matrix, perché le donne lo hanno fatto esistere e solo le donne possono distruggerlo portando nella loro vita amori positivi.
  2. La storia d’amore finisce male, perché Neo resta intrappolato sulla terra mentre Trinity resta sull’astronave. Questo succede quando si passa il tempo a litigare con gli altri, non importa se a torto o a ragione, invece che a cercare un accordo con la persona che ti piace. Solo dopo aver trovato questa intesa, costruendo dentro di se una struttura condivisa con l’altra persona, è il tempo di fare sesso. Cosa che Neo e Trinity non hanno fatto e non faranno mai. Se volete venire su Terra2, smettete di litigare e andate a cercare l’amore di una persona alla quale risulti l’esistenza di amori positivi e negativi.

Ora andate all’inizio e guardatelo fino al punto 1:27 pensando che Cypher è il cattivo ufficiale del film, ma è più positivo di Neo perchè mentre questi passa il tempo a capire e combattere Matrix, Cypher lo passa a cercare di star bene. Però Cypher l’amore di Trinity non lo può avere se lei ama Neo, perché Matrix è anche l’astronave visto che non si ammette che una donna possa amare più uomini (anche se ovviamente i suoi figli li fa con uno solo). Persa questa speranza, Cypher è costretto a scegliere tra l’astronave (una Matrix senza i comfort di Matrix) e Matrix-matrix, scegliendo giustamente quest’ultima.

Continuate fino al punto 5:42

  1. Vediamo uomini che aggrediscono una bella donna con belle intenzioni, dopo di che lei per difendersi deve colpire quanto loro. Farsi la guerra è Matrix e le donne vittime degli uomini è Matrix al quadrato. Il fatto che questa guerra sia presentata come l’antidoto a Matrix spiega come mai da cinquemila anni affondiamo ogni giorno sempre di più in Matrix. Le eccezionali prestazioni di Trinity derivano dalla sua eccezionale fede in quello che fa, ma purtroppo quello che fa è di accreditare che il mondo è pieno di uomini pronti ad aggredire le donne.
  2. Dentro ad una tesi negativa bisogna inserire un po’ di positività, altrimenti non ti segue nessuno, e la positività di Trinity è nella linea telefonica, ovvero nel filo diretto tra la sua parte razionale e la sua parte emozionale (tra la sua ragione e il suo cuore). Lei crede fortemente in quello che fa, peccato solo che non sia di combattere la Matrix reale ma solo di pensar male del resto dell’umanità.

Ora non ho più voglia di continuare questa recensione, che ha preso una piega troppo triste per i miei gusti, e chiudo qui. Prima però metto qui sotto un paio di cose che mi riprometto di discutere qui.

1) Tutti i film che mettono in scena un complotto planetario di qualcuno contro qualcun altro sono dentro la Matrix reale (quella creata da tutte le relazioni negative e in particolare dalla relazione negativa tra uomini e donne adulti), perché è nella relazione negativa che ci si spaccia per vittime dell’altro quando invece si è l’aggressore. Al riguardo trovate qui sotto una doppiatura satirica dell’incontro tra Morpheus e Neo che dà a Berlusca tutte le colpe che in realtà sono degli italiani che lo hanno votato (per vedere l’incontro reale di Morpheus con Neo vai al punto 26:30 del film completo)

Qui trovate la scena con la ragazza dal vestito rosso (punto 54:16 del film completo):

Come mai l’agente compare appena Neo guarda con desiderio la ragazza col vestito rosso?

… e una mia presentazione su di esso

Per ascoltare tale presentazione (9′ di audio) in formato Flash clicca qui


<=        FORUM       =>


WATERWORLD, Kevin Reynolds, USA 1995, 130′, 6/10 (MyM7€)

Il finale vale il film

Il finale, con lui soffre il “malditerra” e riparte per mare rifiutando di restare insieme a lei, vale il film. Perché dice che la terra sotto i piedi è una gran bella cosa, ma un amore negativo è talmente inaccettabile da far preferire a lui di tornare in mare.

Purtroppo per lui, però, fuggire non è una soluzione al problema dell’amore negativo sulla terra attuale e il fatto che i piedi di lui stiano diventando palmati non gli dà una prospettiva per il futuro. Noi animali di terra veniamo dal mare, e tornare in mare non è certo il futuro.

Troppa guerra per essere Terra2

In tale film (come in Matrix) c’è però troppa guerra per aiutare qualcuno ad andare su Terra2, dove la guerra è un ricordo dei tempi quando l’amore era negativo.

Tuttavia questo resta un film utile per capire che sulla terra attuale proprio non ci si può vivere. Solo dopo aver detto “ora basta”, infatti, ci si può mettere a cercare un’alternativa alla terra attuale negativa in amore, scoprendo che esiste già e basta volerla per andarci a vivere fin dal giorno dopo.

Io ho trovato spesso utile questo film per farmi passare la rabbia che mi provoca il contatto con persone negative, quando si protrae troppo a lungo.


<=        FORUM       =>


L’OGGETTO DEL MIO DESIDERIO, N. Hytner, USA 1998, 112′, 6.5 (MM8€)

Film del 1998 (che non vi farà rimpiangere di poter parlare del secondo millennio come di acqua passata :-) messo qui per mostrare quanto l’amicizia con amore ma senza sesso nonostante il desiderio di farlo (la grande alleata dell’amore positivo di Terra2 nella mia versione di essa) sia distante dall’amicizia senza sesso per mancanza di desiderio mostrata qui.

Altri motivi per cui questo film è presente qui…

Altri motivi per cui questo film è presente qui… nonostante grondi negatività da ogni fotogramma sono:

  1. sulla terra attuale se non fai sesso appena possibile sei gay per tutti anche se gay non lo fossi affatto;
  2. se sei un uomo e consideri i figli e le donne più importanti del successo professionale allora sei gay per tutti anche se non lo fossi affatto;
  3. gay si può scegliere di esserlo ma si tratta di una scelta per evitare di svolgere il ruolo previsto per il proprio sesso e non di orientamento del proprio istinto sessuale, che avendo un peso del tutto trascurabile non può spingerti in modo significativo né verso l’altro sesso né verso il proprio sesso;
  4. se hai scelto di essere gay sei orientato negativamente, il che attirera su di te le finte attenzioni delle donne negative (interessate a ostentare il loro disprezzo versi gli uomini che invece le desiderano) dandoti l’illusione che le cose finiranno bene per te e per chi ti frequenta, ma non può finire bene perché orientamento negativo è orientamento al fallimento finale.

|<=

2 thoughts on “Film anni ’90 [13]

  1. Mi piace davvero molto il commento a L’avvocato del Diavolo
    (sia la presentazione che l’analisi approfondita)!

    E’ molto interessante che viene svelato il livello della
    narrazione in cui a parlare e’ il subconscio del regista,
    ovvero la sua parte emozionale, quella che sceglie il modo
    in cui raccontare i fatti della storia.

    Ho apprezzato che viene argomentato molto chiaramente
    perche’ Kevin e Milton hanno un atteggiamento positivo e
    Mary Ann uno negativo nella trama del film.

    L’analisi fatta nelle diapositive mi piace molto perche’ e’
    basata sui fatti presenti nella storia.

    • Ad essere sincero mi vergognavo un po’, mentre procedevo a colorare in celeste le parti della trama citate nel mio commento, per via della lunghezza di questo commento. Io stesso non ho avuto voglia di rileggerlo (e ce ne sarebbe stato bisogno visto che esso risale a 10 anni fa), a causa di tale lunghezza.

      Per fortuna di chi fosse interessato, oggi ottengo una precisione maggiore chiedendo all’ascoltatore un impegno molto minore, visto che tutti i miei commenti si ascoltano in un tempo da 60 a 90 minuti (comprensivi delle frasi del film a cui si riferiscono, tutte rigorosamente originali). Come anche tu hai notato, i miei commenti sono estremamente vicini ai fatti che avvengono nella storia, verbali (frasi dette) e non verbali (situazioni dento alle quali vengono detti sintetizzate in una fotografia presa nel momento a mio avviso più significativo).

      Comunque io non chiedo ai lettori di aderire o non aderire al senso prefigurato dai miei commenti, ma di parlare con me mettendo a confronto il film (l’amore) che hanno visto loro col film (con l’amore) che ho visto io. E vinca il migliore, non nel senso del punto di vista “più giusto” perché sono tutti altrettanto “giusti” ma nel senso di quello più utile per rendere più piacevole la nostra vita amorosa futura.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *