Argentina: infanzia cl.

INFANZIA CLANDESTINA (Benjamín Ávila, Argentina 2012) racconta l’infanzia di Juan (lo stesso nome di Peron), figlio di due importanti esponenti dei Montoneros (guerriglieri di sinistra di ispirazione peronista, perseguitati dalla giunta militare che nel 1976 rovesciò il governo della vedova di Peron e che sequestrò, torturò e uccise 40 mila argentini). Coi genitori clandestini e braccati dai militari al potere, l’infanzia di Juan (che a scuola si faceva chiamare Ernesto, lo stesso nome del Che) fu poco normale e molto clandestina. Il film ha il pregio di mostrare un pezzo di storia argentina (post seconda guerra mondiale) dal punto di vista di un bambino, che non potendo avere un’infanzia senza clima di guerra la desiderava moltissimo (mentre i nostri figli che la pace ce l’hanno, lavorano quotidianamente per creare un clima di guerra con genitori/insegnanti/adulti, perché Terra1 è caratterizzato dalla guerra, essendo fondato su un amore che è una guerra tra uomini e donne che dura da millenni).

VEDERE IL FILM <= | => APPROFONDIMENTI 
INDICE DEL RIASSUNTO DEL FILM COI MIEI COMMENTI

VEDERE IL FILM

Fonte: cineblog [Benjamín Ávila, Argentina 2012, 112′ (tMCsWp) pressBook


|<= 1 – Titoli iniziali


|<= FINE COMMENTO e INIZIO APPROFONDIMENTI


A<=

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *