two mothers

TWO MOTHERS (ADORE) (Anne Fontaine, Francia-Australia 2013). La trama è presto detta: due amiche amano una il figlio dell’altra e sono amate da loro. Invece che “two mothers” avrebbe potuto intitolarsi “due terre“. Perché è innegabilmente Terra1 come riduzione dell’amore al sesso, un atto di disprezzo sempre spiacevole ma doppiamente spiacevole quando a disprezzare sono le madri dei due ragazzi. E’ anche innegabilmente Terra2, però, perché l’attrazione dei due ragazzi verso le due belle 40-enni (seppur mitigata dal loro ridurre l’amore al sesso) ammette come assurdo il disprezzo verso i genitori che è la seconda radice della negatività di Terra1 (e la prima come importanza per la continuazione della strada negativa in amore). Inoltre è’ innegabilmente Terra2 per l’orientamento al piacere dei quattro protagonisti e il conseguente clima piacevole che si respira dall’inizio alla fine (nonostante l’ombra gettata dal ridurre l’amore al sesso). Ma anche innegabilmente Terra1 perché su Terra20 il fine dell’amore tra persone con vent’anni di differenza è quello di favorire l’amore successivo (quello con persone della stessa età e quello con figli), mentre qui lo danneggia (con una scelta finale assurda che tutti potevano risparmiare a se stessi, ma negatività è giusto questo preferire il finir male al finir bene) . Per questo tale film finisce su Terra1/2, una terra di nessuno che non è più Terra1 ma non è ancora Terra2.

VEDERE IL FILM <= | => APPROFONDIMENTI 
INDICE DEL RIASSUNTO DEL FILM COI MIEI COMMENTI

VEDERE IL FILM

Fonte: nowvideo via cineblog [Anne Fontaine, Francia-Australia 2013, 100′ (trMMrecen.)]


|<= 1 – Titoli iniziali


|<= FINE COMMENTO e INIZIO APPROFONDIMENTI


A<=

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *