Home

 (=> Other Languages) BENVENUTA/O su una terra del futuro che io chiamo Terra2, nell’unico sito al mondo dove si parla d’amore dopo aver definito l’amore e dove ogni affermazione di psicologia è un’affermazione sul cervello e dunque verificabile (due cose che rendono unica al mondo la mia selezione di film). Per spiegare cose di psicologia o di elettronica uso diapositive PowerPoint con audio, che io trovo il massimo sul piano didattico. [Posizione Google]

Cerco docenti di psicologia interessati ad essere coautori del libro mostrato a fianco (possibilmente uno di loro dovrebbe chiamarsi Antonio Damasio). Mentre gli altri autori curano la versione attuale e sono responsabili solo di quella, io mi occupo della  versione fondata sul modello P e di quello che essa ha da aggiungere alla psicologia attuale, risultando nel bene come nel male il solo responsabile della prima versione di una psicologia realmente fondata sul cervello.

Cerco anche ragazze che fino ad oggi non hanno mai desiderato di fare le psicologhe da grandi, ma che comunciano a desiderarlo leggendo su queste pagine che sono maturi i tempi per fare la psicologa promuovendo la positività in amore.

Perché i genitori dell’analisi della domanda non risultano sostenitori di Terra2?

=> Canzone “Cinque petali di rosa” di Alex Britti


Posizione Google di questa pagina (tra parentesi è indicato quante immagini che rimandano qui ci sono nella prima pagina di una ricerca sulle immagini) al 2/5/2016:

  • 5 su 585.000 risultati x “amore positivo” (2 immagini nelle righe 2 e 3 di pagina 1);
  • 16 su 566 000 x “psicologia amore film” (1 immagine nella riga 1 della pagina 1);
  • 1 su 459.000 x “amore temporaneo” (4 immagini nella riga 1 della pagina 1). Il nome per esteso sarebbe “amore in una relazione temporanea“, perché non è l’amore a essere temporaneo ma la relazione in cui lo si mette. In tale ricerca questa pagina è al link 20 su 1.490.000 risultati, ma nella ricerca di immagini occupa le prime due posizioni. E non mi meraviglia, perché questo è l’unico sito che definisce l’amore per il cervello e non si può capire l’amore messo con una persona conosciuta da pochi minuti senza capire come il cervello si prepara a una relazione di “amore per sempre” di domani (col “per sempre” degli sposati che non dura molto sulla terra attuale, ma le cose cambieranno profondamente quando si smetterà di chiamare tradimento l’amore temporaneo, dopo averlo depurato da un fare sesso che non gli appartiene perché col sesso fatto continua ad essere tradimento anche su terra2)

Fino a quando pensate di potervi permettere il lusso di una psicologia che invece di risolvere i problemi li crea (fingendo di non vedere l’esistenza delle relazioni negative e dunque rendendole convenienti)? Quando vorrete una psicologia non collusa con la negatività (che va dall’ISIS al Papa ma il suo vero fondamento è la camera matrimoniale e la camera dei figli), tornate qui, perché non conosco nessuna psicologia non collusa a parte quella di cui si parla qui (la quale non è ancora mai stata pubblicata)


|<= Definizione di Terra2


Definizione provvisoria: Terra2 è la terra come diventerebbe se le persone ammettessero coscientemente l’esistenza delle relazioni definite come “possessive” dalla => psicologia clinica fondata sull’analisi della domanda. Secondo tale psicologia clinica, che veniva insegnata alla facoltà di Psicologia 1 di Roma – indirizzo intervento clinico – quando l’ho frequentata io (=> Chi sono), ci sono due tipi di relazioni: le relazioni di scambio e le relazioni possessive. Purtroppo (per lo star bene) o per fortuna (del progresso tecnologico) sulla terra attuale è possessiva la relazione di coppia e la relazione genitori-figli, ovvero la vita privata

La psicologia clinica fondata sull’analisi della domanda di Carli/Paniccia non fa riferimento al cervello e per questo non è accettabile su Terra2, dove sono ammesse solo psicologie che definiscono i loro termini tecnici facendo riferimento al cervello.

Il modello del cervello per psicologi di Piangatello Guido (=> modello P del cervello) definisce in termini cerebrali i due termini tecnici fondamentali dell’analisi della domanda di Carli/Paniccia ipotizzando l’esistenza di un sistema emozionale corticale (largamente coincidente col “cuore” di cui si parla sempre in amore) in grado di creare “emozioni per scelta” che si sommano alle emozioni di origine esterna, orientato a creare emozioni per scelta positive (orientamento al piacere) nelle “relazioni emozionalmente positive” (largamente coincidenti con le “relazioni di scambio” dell’analisi della domanda) ed emozioni per scelta negative (orientamento alla sofferenza) nelle “relazioni emozionalmente negative” (largamente coincidenti con le “relazioni possessive” dell’analisi della domanda). Definizione finale: Terra2 è la terra come diventerebbe se le persone ammettessero coscientemente che il sistema emozionale corticale può preferire la creazione di sofferenza alla creazione di piacere e che fa tale scelta nelle relazioni emozionalmente negative per imporsi sull’altra persona con la forza (precisamente con la forza delle emozioni spiacevoli, che essendo in grado di rendere spiacevoli le emozioni altrui rende l’orientamento negativo la bomba atomica di chi non ha bombe, a cominciare dalle donne e dai figli)

Esistono tre versioni di Terra2: la versione 1.0 che si chiama Terra2 o “la terra dove l’amore è positivo“; la versione 2.0 che si chiama Terra2+ o T++, a parole “la terra doppiamente positiva” (perché oltre ad essere positivo l’amore è doppiamente positivo il lavoro, che era già positivo su Terra1 ma lo diventa molto di più quando la positività sul lavoro non è più vanificata dalla negatività nella vita privata); la versione 3.0 che si chiama Terra20 perché, essendo una terra a cambiamento molto veloce, già dopo vent’anni diventa necessario rimettere mano al titolo di studio, al lavoro che si fa e al partner con cui si convive, portando ad un modo di vivere totalmente diverso da quello con un solo lavoro e un solo matrimonio.


|<= Il mondo a cambiamento veloce porta necessariamente a Terra2


Le due diapositive che seguono una volta erano su questa pagina home. Le avevo tolte ma ora ne sento la mancanza e le rimetto

Ascolta “Quante ‘nuove buone idee’ si producono in un anno nel 2014?” (7′)


Ascolta “Il cambiamento veloce di oggi e le sue implicazioni” (4′)


|<= Principali diapositive sull’amore secondo il modello P del cervello


Altre diapositive sull’amore le trovate sulla pagina Psicologia sociale

|<= Amore<= ASCOLTA: Un amore crea una nuova struttura di connessione (8′)

|<= Amore<= Ascolta L’amore che porta a una laurea per capire l’amore temporaneo (7′)

|<= Amore<=Ascolta Comunicazione non verbale ad alta velocità e intimità (10′)

|<= Amore<= Ascolta Stato da innamorati e intimità (8′)

|<= Amore<= Ascolta Dall’ossessione per il sesso a quella per l’orgasmo creativo (11′)

|<= Amore<= Ascolta Un’amicizia non modifica il cervello (9′)

|<= Amore<= Ascolta Il significato simbolico dell’orgasmo (15′)


|<= Cerco aspiranti psicologhe tra quante finora non hanno mai desiderato questo


Da molti anni considero l’aver frequentato psicologia un sintomo clinico maggiore di negatività relazionale, considerando irrecuperabili alla positività le persone laureate in psicologia o che attualmente frequentano psicologia.

Se non si può contare sulle attuali studentesse o laureate in psicologia, chi porterà avanti la psicologia proposta su queste pagine che ammette l’esistenza delle relazioni negative e propone la positività in amore?

La candidata ideale è una che sta frequentando l’ultimo anno delle superiori e che non aveva mai desiderato di fare la psicologa prima di visitare questo sito, ma che cambia idea dopo aver intravisto qui la possibilità di fare la psicologa promuovendo la positività nella vita privata (a cominciare dalla sua propria vita privata, dopo di che sarà un compito piacevole oltre che remunerativo insegnare la positività in amore anche alle altre donne). Ora vai (o torna) alla => pagina “Fare psicologia?”

Oggi (29/3/2016) ho pensato per la prima volta che forse la candidata perfetta per portare avanti la psicologia fondata sul cervello che porta su terra2 è una laureata in medicina interessata alla specializzazione in Psichiatria.


|<= Sei una laureata in medicina interessata alla specilizzazione in Psichiatria?


L’idea di rivolgermi ad una laureata in medicina interessata alla Psichiatria è recente e prima di pubblicare inviti vorrei capire quante dottoresse in medicina interessate alla specializzazione in Psichiatria sono anche interessate a fare le “psicologhe di terra2” (che non solo non rassomigliano alle psicologhe di terra1, ma sono qanto di più lontano da loro si riesce a immaginare).

Link utili per documentarsi sulle studentesse della specializzazione in Psichiatria:


|<= Perché i genitori dell’analisi della domanda non risultano sostenitori di Terra2?


Se qualcuno mi chiedesse perché i genitori dell’analisi della domanda originale, che non voglio nominare qui perché invitati a comparire qui mi hanno detto che preferivano di non esserci, non risultano tra i sostenitori di Terra2, io risponderei: – Perché non sono tra i sostenitori di Terra2!

Ok, non è una bella storia mettere al mondo una psicologia clinica e poi diventare suoi nemici quando la creatura chiede di diventare autonoma, cessando di essere una proprietà esclusiva dei suoi genitori. Ma non è il primo caso di un figlio abbandonato dai suoi genitori prima che sia diventato capace di sopravvivere da solo.

Si possono studiare i difetti di un tipo di relazione sia per combattere quel tipo di relazione, sia per difenderla. Tredici anni dopo aver incontrato la psicologia clinica che evidenzia i difetti delle relazioni possessive in generale e dell’amore possessivo in particolare, dando alla relazione non-possessiva un nome inquietante come “relazione di scambio”, credo sia arrivato il momento per me di ammettere con me stesso che questi professori universitari e i loro allievi non sono l’inizio di Terra2 ma il frutto più avvelenato di una terra avvelenata dalle sue fondamenta possessive come Terra1.

Ora preferisco tornare su Terra2, dove nessuno si chiede più da anni che fine hanno fatto i genitori dell’analisi della domanda originale e i loro allievi.


|<= Canzone “Cinque petali di rosa” di Alex Britti

Sei… nella notte più profonda            Sei ovunque,
o nel cielo luminoso
nella crudeltà di un’onda
o nella mia carezza.

Sei… il mistero del destino                tutto passa da te
o la verità del vino
nei tuoi occhi larghi d’alba
o viali del tramonto.

Sei.. medicina degli affanni               e dimentico ogni problema quando ci sei tu.
la regina degli inganni                       Ma tu sei la regina degli inganni se…
solo adesso me ne rendo conto.      chiedi e offri l’amore possessivo di Terra1

Stai… all’inferno o in paradiso          Sembra che tu abiti in paradiso
dentro il fango o in un sorriso           ma il paradiso dura poco e dopo c’è l’inferno e il fango
nel piacere di un caffè
preso in pomeriggio.

Sai, la bellezza è silenziosa
delicata e forte come cinque petali di rosa
che non cadono mai
e se dovessero cadere già lo sai
rimarrebbero i colori
e il ricordo dentro un vento caldo.

Poi… siamo come la bellezza
certe volte è maliziosa
certe volte si nasconde dietro un’amarezza.   Ma io ho visto una terra dove il  …………………………………………………..paradiso non nasconde l’inferno

Sai, la bellezza è silenziosa                            Su questa terra dove la bellezza
delicata e forte come cinque petali di rosa     dell’amore dura per sempre
che non cadono mai                                        perché l’amore non è possessivo
e se dovessero cadere già lo sai                    a te piacerebbe di abitare?
rimarrebbero i colori
e il ricordo dentro un vento caldo.

E’ ora di partire, prepariamoci a viaggiare
giriamo nei meandri di una vita da spaccare
prendiamoci di mira e poi facciamo pace
e diamo un nome adesso a tutto quello che ci piace
come sai
la bellezza è silenziosa
delicata e forte come cinque petali di rosa
che non cadono mai
e se dovessero cadere già lo sai
rimarrebbero i colori
e il ricordo dentro a un vento caldo.

E poi nella notte più profonda
o nel cielo luminoso
nella crudeltà di un’onda
come la…
come la bellezza!        Se ti piacerebbe vivere su Terra2 lascia un commento a suo favore!


|<= Criteri per l’ammissibilità dei commenti


Poiché tutte le affermazioni di psicologia (e in particolare di psicologia dell’amore)  espresse qui sono conseguenze tratte dal modello P del cervello tramite alcuni passaggi sono ammesse due tipi di critiche: 1) critiche al modello iniziale (secondo me questa ipotesi del modello è sbagliata o sbagliatissima); 2) critiche al processo di deduzione (secondo me i passaggi da quella ipotesi a questa conclusione non sono validi perché…). Basta con “la sua affermazione che fa 5 è una stupidaggine” se io ho fatto “3+2=5”. E’ invece ammesso dire che era sbagliato il mio 3 iniziale o il mio 2 iniziale o come io ho ricavato il 5 dal 3 e dal 2.

Commentare una affermazione del modello P del cervello o una affermazione dedotta da esso è un commento tecnico. Sono ammessi qui anche commenti emozionali del tipo “questo mi piace o non mi piace”, purché siano riferiti ad azioni compiute da personaggi di film. Per i commenti tecnici c’è bisogno di studiare prima le affermazioni da contestare, mentre non c’è bisogno di studiare nulla per dire “mi piace quello che fa quella persona di quel film in quell’occasione” (basta guardare il film). Basta coi giudizi che vorrebbero andare a esprimere apprezzamento o disprezzo su vicende personali mie o vostre, perché voi conoscete le vostre azioni, io le mie e non si vanno a raccontare le proprie vicende personali ad estranei senza adeguate garanzie, nemmeno dal vivo e a maggior ragione su Internet.

Invece è benvenuto ogni commento di apprezzamento e non si tratta di due pesi e due misure perché un apprezzamento è un invito a continuare sulla strada attuale. Una critica è un invito a cambiare e non posso ne accettare il cambiamento ne rifiutarlo se la critica non è abbastanza precisa da specificare cosa sta criticando.


|<=

14 thoughts on “Home

  1. questo progetto di terra2 mi appassiona uuuuu aaaaa è una cosa fantastica voglio venire anche io su TERRA 2 con lei con questa scienza esattaaaa

  2. In effetti mi mancava qualcuno che mi prendesse in giro perché credo alle cose in cui credo.

    Non sono il solo a farlo, però. Se mai sono il solo a farlo su un terreno così scivoloso come l’amore. Che lei mi creda o meno, però, devo ancora trovare una persona a cui ne parlo (dal vivo) che alla fine non si auguri segretamente che ci sia del vero in quello che dico.

    Quanto alla scienza esatta, non so lei, ma io sono un ingegnere. E conosco solo due tipi di progetti: quelli che una volta realizzati funzionano e quelli che non funzionano.

    • Tu che dici, Fabrizio, mi sarà venuto per caso lo sfondo nero o l’ho voluto io?

      Perché l’abbia voluto non me lo chiedi, ma te lo dico lo stesso nella speranza che a qualcun altro interessi di saperlo. Perché nulla distrae di meno dal soggetto che sta davanti allo sfondo. E visto che qui il soggetto è sempre una donna, dato che si parla di amore e di film immancabilmente centrati sull’amore, l’attenzione tutta dedicata a lei e per nulla dedicata allo sfondo è un atto d’amore.

      Un atto d’amore più che giustificato, se è vero che qui si suppone che due sole donne a cui piacesse il messaggio esposto qui basterebbero per avviare un cambiamento che porterebbe tutti su Terra2 nel giro di pochi mesi.

      Se poi ti disturba che qualcuno abbia pensato bene di accaparrarsi il nero (e penso al fascismo), così come qualcuno ha pensato bene di accaparrarsi il colore dell’amore realizzato (il viola e qui penso ai preti che lo hanno messo come il colore dei funerali), tieni presente che il nero è il massimo della determinazione. E che si può essere massimamente determinati a trattar male gli altri (fascismo e lo sport più diffuso su Terra1), ma anche massimamente determinati a trattarli bene (amore e lo sport più diffuso su Terra2).

      Questo è quanto. Poi se la lettura non ti invoglia a proseguire, forse è meglio se te la prendi col contenuto e non con lo sfondo su cui si trova.

      Comunque tieni presente che qui le parole sono un aspetto marginale del messaggio, mentre il messaggio principale è affidato ai film e alle loro immagini (che, guarda caso, sono valorizzate al massimo da uno sfondo nero). Guardati i film, cominciando da quello che preferisci ma poi guardando anche quello che viene prima e quello che viene dopo. Perché un singolo film è solo una frase di un discorso che viene fatto usando tutti i film del progetto Terra2 (sullo sfondo degli altri film, messi in secondo piano per valorizzare quelli in primo piano)

  3. L’autolesionismo è tipico nelle persone che, in qualche modo, si sentono responsabili della negatività delle loro relazioni amorose.
    Esso è molto pericoloso, infatti, “normalmente” non compreso e capito,
    scatena reazioni a catena. Se l’Altro è una persona già di suo tendente al prepotente, l’esito rischia di essere nefasto. Nella media delle persone che sono “Amate” da una personalità femminile forte, è quasi “automatico” che nel “DNA” psicologico dell’Amato o della persona rispetto alla quale, in questo caso, si presta attenzione ci sia qualcosa di “aggressivo”. Non so se il commento è corrispondente a quanto richiesto, ma è quello che sentivo di scrivere. Grazie se qualcuno lo ha letto con vera partecipazione.

    • Ciao Anna
      se ti va di fare un esempio di quello che dici qui sopra su una vicenda mostrata in un film, preso dal mio elenco o no ma disponibile in streaming, dopo sia io che gli altri possiamo capire quello che dici e dirti la nostra opinione, con la possibilità di esserci utili a vicenda.
      A presto, spero.

  4. ..il giorno del bacio…….a me resta molto molto difficile e penoso scambiarmi il segno della pace la, domenica in chiesa….non sopporto toccare le persone….e per me il bacio è molto più SESSO del rapporto di penetrazione……ricordo che la prostituta di pretty woman diceva all amica che non devono mai baciare…..i capi mafiosi si baciavano sulla bocca……e tu lo proponi come simbolo di un nuovo rapporto………molto meglio il modo di salutarsi degli indiani dell India…unire le proprie mani e portarsele alla fronte guardando intensamente l altro…..a distanza….molto più igienico, anche. Preciso che non sono assolutamente patofobica.

    • Un abbraccio anche a te, chiunque tu sia, e grazie per gli auguri sul lavoro. Perché ho davanti davvero un grande lavoro nel progetto appena iniziato, che spero terminerà tra tre anni con la pubblicazione di un libro dal titolo “Psicologia generale fondata sul modello P del cervello”

  5. Buonasera prof, a volte penso sia un po’ matto, ma altre volte mi stupisce la sua persona interiore, è divertente, simpatica, dolce ecc.. penso che a volte il suo approcciarsi alle persone sia più una difesa, per non mostrarsi debole e non venire attaccato. Comunque nel profondo la stimo e porto rispetto per le sue idee.
    Buon fine di serata, a presto.
    – Nessuno.

    • Intanto grazie per aver parlato qui, anche se sotto anonimato.
      Poi se il tuo “penso sia un po’ matto” è legato al mio proporre una terra tanto diversa da meritare il nome di terra2, allora è il benvenuto. E mi offre l’occasione per precisare che la novità di questo sito è di proporre un modo nuovo di vivere l’amore. Poiché l’amore condiziona profondamente la vita in ogni casa della terra, un cambiamento su di esso diventa facilmente un cambiamento del modo di vivere di tutte le le persone della terra. Inoltre se si dovrà prendere atto che il modo usato fino ad ora di vivere l’amore era brutto, sarebbe una bruttura che dura da 5 mila anni e una bruttura che si è fatta duemila anni fa una religione su misura e 150 anni fa una psicologia su misura per nascondere la sua vera faccia.
      Se poi è da pazzi pensare che ci sono due modi di vivere le relazioni di coppia, come ci sono due modi di vivere la scuola degli studenti e due modi di vivere il lavoro dei lavoratori, allora si, sono pazzo, e non di poco.
      Buon inizio di giornata.

    • A cosa credere lo decido insieme agli altri del gruppo, se il gruppo lo costruiamo insieme. Se invece entro in un gruppo già costruito, accetto con tale ingresso di credere a quello che credono gli altri.
      Premesso questo la Sua domanda diventa se sono disponibile a entrare in gruppi che credono in Dio o meno. E la mia risposta è che si, potrei anche entrarci, ma ci penserei non due ma tre volte prima di farlo. Perché il Dio della religione cristiana è tutt’altro che in prima fila nello sponsorizzare le relazioni positive

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *