Uso di una Nikon D3300

23 minuti di spiegazioni per imparare a usare una Nikon D3300


|<= Primi passi con la Nikon D3300


Immagine JPG coi alcuni dei contenuti della diapositiva (altri contenuti sono “coperti”)

Parlando del flash in tale diapositiva dico “Non so perché in tale menù [di opzioni flash] non compaia l’opzione slow…”. Oro lo so, dopo averlo imparato a mie spese. Perché è un’opzione pericolosa, essendo a forte rischio di mosso se la reflex non è su un cavalletto, e dimenticarla impostata costa un sacco di foto mosse.


|<= Uguaglianze/diversità tra le reflex Nikon e prossimo acquisto


Quanto hanno di uguale e quanto hanno di diverso le reflex Nikon mostrate qui sopra?

La mia convinzione è che le diversità siano minime nonostante i prezzi molto diversi, perché tutte permettono di fare quasi le stesse foto con quasi gli stessi passaggi.

Cronologia delle digitali Nikon ripresa da Wikipedianikon_crono

Nik




|<= Auguri a Matteo e Antonella oggi sposi


Caro Matteo

ho scelto di regalarvi una reflex abbastanza buona da poter essere per sempre perchè il “ti amo” di un matrimonio è per sempre, anche se io vivo su una terra dove i matrimoni scadono dopo vent’anni perché tra vent’anni il mondo sarà tanto diverso da oggi che anche il migliore degli accordi deve necessariamente essere rifatto. Perché nulla ti vieta, tra vent’anni, di rifarlo con Antonella il migliore degli accordi possibili, dopo aver preso in considerazione molte altre donne. Se poi tra vent’anni deciderete di separare le vostre strade, tutto il bello di quanto è successo resterebbe e sarebbe tantissimo se entrambe accettate oggi che non si continua domani per obbligo ma per scelta. Per cui potreste anche in questo caso continaure a dirvi “ti amo”, una cosa che sul mio pianeta si dice per molto meno che aver fatto un figlio insieme ed essere stati per vent’anni insieme felicemente.

Abbiamo abitato insieme per molti anni trattandoci sia da estranei che da amici, per cui rientriamo di diritto nella categoria degli estranei considerati amici fino a prova contraria. Una categoria che su Terra2 comprende quasi tutti e che prevede tanto amore quanto non ne potrebbe mai stare in un solo matrimonio o in una sola relazione genitore-figlio perché s’incontrano continuamente estranei percepiti come amici che è bello amare e ai quali è bello chiedere amore.

L’amore ufficializzato da un matrimonio, però, è l’unico amore passato dai sogni alla realtà e per questo è anche l’unico su cui si può contare non qualche volta ma sempre e comunque. Gli altri amori sono molto belli perché sono fatti di sogni, ma un matrimonio non potrebbe in nessun caso essere meno bello se ci stesse a comprendere gli altri amori, apprezzando la loro funzione e conseguentemente anche la loro bellezza. E’ allora proprio questo che io vi auguro, ovvero di vivere un amore che si nutra degli altri amori invece di combatterli negando loro valore. E ve l’ho voluto dire con un fatto, prima che a parole, facendo a voi lo stesso regalo che ho fatto alle altre persone che amo. Per me non ha senso amare di più qualcuno e di meno qualcun altro, semplicemente perché in ogni amore o ci metto tutto quello che ci posso mettere o non potrei chiamarlo amore. Ci sono, tuttavia, amori che diventano realtà e amori che restano solo sogni. Il vostro amore di ieri è diventato realtà e ora la miglior festa che potete fargli è di cominciare a lavorare perché un nuovo amore diventi realtà tra vent’anni, che non casualmente è lo stesso tempo che ci metterà Diego per prepararsi a rendere reali i suoi sogni.

Usatela spesso questa macchina fotografica, perché è una bacchetta magica in grado di dare valore a quello che inquadra e più valore attribuirete alle persone e alle cose che vi circondano, più vivrete una bella vita insieme a belle persone.

Per finire voglio agurarvi che anche vostro figlio Diego (anche lui come la D3300 nato da pochi mesi) faccia altrettanto, non nel senso di usare spesso la reflex ma nel senso di ricordarsi spesso (anche quando sarà adolescente) che più pregi troverà ai suoi genitori, più pregi essi avranno.

Guido, 2 Giugno 2014.

4 thoughts on “Uso di una Nikon D3300

  1. Che dire, un discorso intenso così come il regalo che ci hai fatto. Farò di tutto per esserne all’altezza. Intanto ci godiamo il viaggio di nozze immortalando i momenti più belli poi tra vent’anni vedremo se i tuoi consigli avranno dato i frutti sperati.

    • Grazie per l’apprezzamento del mio discorso e buona fortuna con questi vent’anni.

      Poi, quando avrete tempo e voglia, guardatevi VJAY IL MIO AMICO INDIANO (http://www.piangatello.it/?page_id=9974), perché mostra una cosa della massima importanza: che ci si puo’ rimettere con la propria moglie, vent’anni dopo. Con grande soddisfazione di entrambi.

      Per l’altro finale possibile tra vent’anni, invece, guardatevi i due film coi fantasmi: prima GHOST – fantasmi (http://www.piangatello.it/?page_id=9004), che è un po’ datato ma che è più aderente al reale funzionamento del cervello, e poi GHOST ACADEMY (http://www.piangatello.it/?page_id=9030). Hanno lo stesso finale, consistente nel prendere atto che si può morire come persona X1 ma subito reincarnarsi in un’altra persona X2, con un altro corpo e un’altra vita ma che porta avanti le stesse scoperte di X1 risultando in qualche modo lui (diciamo come un figlio è in qualche modo il futuro dei genitori). Questo è il finale buono, quello che corrisponde all’andare in Paradiso. Nell’altro finale, quello cattivo (visibile solo nel film GHOST), morire è svanire, essere inghiottiti dal nero non dell’Inferno ma del fatto che nessun vivo porta avanti qualcosa di te. Questo è morire davvero, morte senza rinascita. Invece un nuovo amore che va a sostituire un vecchio amore non è morire, ma è in qualche misura come invecchiare (si è diversi, ma lo spirito è lo stesso perché si portano avanti le scoperte fatte in passato)

      ———————————

      POST SCRIPTUM: volevo dirvi che questa paginetta oscilla tra la posizione 18 e la posizione 20, quindi restando sempre tra i top 20, nei link Google per la ricerca “nikon d3300 uso”. Il che vuol dire che il mio augurio a voi lo stanno leggendo in molti. Per me è una soddisfazione e una speranza per il futuro, vostro ma anche e soprattutto di Diego.

      ———————————

      POST POST SCRIPTUM: Quanto alle foto, ricordati di farne tante, molte di più di quelle che ti sembrerebbe giusto di fare (e se Antonella ti dice “uffa, ma quante foto fai?”, tu continua lo stesso a farne, perché le donne poi sono molto sensibili ai risultati e nulla garantisce di più di un grande numero di scatti tra i quali scegliere, che poi è il motivo per cui ti ho messo una memoria da 64 Gbyte). Inoltre falle da vicino le tue foto, molto da vicino, più da vicino di quanto ti sembrerebbe istintivamente corretto di farle. Ricordandoti di questa frase attribuita a Robert Capa: *Se la foto non è buona vuol dire che non eri abbastanza vicino* (era questo che volevi dirti nella diapositiva quando ti dico che non avere un vero teleobiettivo più che un handicap è una risorsa, ma in quell’occasione non credo di aver chiarito abbastanza che più vicino vai, meglio è per la foto che otterrai)

  2. Ero quasi avvilito,e sconsolato del mio acquisto.Non capivo niente ,il libretto era tutto ,fuori che italiano.ho scaricato vagonate di notizie,poi ho trovato il vostro sito,ed ho imparato più in 20 minuti con i vostri suggerimenti,che i una settimana di you tube,e di stressanti letture sul web.
    Grazie di tutto questo.Ho memorizzato il sito per suggerirlo ad altri.Grazie

    • Grazie per i complimenti, anche a nome di una terra ancora del futuro dove questo modo di spiegare avrà quei meriti che oggi non gli sono riconosciuti dai miei studenti ( evidentemente non altrettanto interessati di lei a capire l’argomento spiegato nella diapositiva)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *