++ ferro 3

Commento sintetico (=> versione originale) di FERRO 3 LA CASA VUOTA (Kim Ki-duk, Taiwan 2004) per capire l’importanza del sognare un amore per domani (=> Il funzionamento in incubazione)

VEDI IL FILM
INDICE DEL RIASSUNTO DEL FILM COI MIEI COMMENTI

APPROFONDIMENTI

Introduzione al “problema del corpo” nel sognare il partner che oggi non c’è

Il gioco “Posso usare il tuo corpo nei miei sogni di un amore per domani?”

Se il primo comandamento è “sogna”, il secondo è “non accontentarti del sogno”

  • Quando lei si accontenta comincia una vita senza vita non accettata dalla società
  • Dopo aver cercato/ottenuto foto dovete cercare/ottenere intimità (=> film NOVO)


INDICE DEL RIASSUNTO DEL FILM COI MIEI COMMENTI
  • 1 – Titoli di testa (Lui, il marito sognato per domani, e il marito di oggi)
  • 2 – La casa vuota (dove viene mandato a dormire Lui dalla donna che lo sogna)
  • 3 – Una donna (che picchiata porta in casa sua Lui, il sogno di un altro marito)
  • 4 – Disperazione(che induce lei a rendere visibile il sogno al marito e a lasciarlo)
  • 5 – Golf (Lei e il suo sogno, che passa il giorno a giocare alla pallina nella buca)
  • 6 – Fotografie (che le dicono che il fotografo non diventerà l’uomo che sogna)
  • 7 – Un’altra casa (Lui è considerato reale ma non lo è e un tetto devono rubarlo)
  • 8 – Chi siete? (Il derubato ferisce Lui e Lui ferisce una passante)
  • 9 – Tè (lei insiste a considerare reale il suo sogno e sposa Lui)
  • 10 – Nei guai (la società non riconosce il matrimonio con Lui e lo incarcera)
  • 11 – False accuse (con lei portata via dal marito, le accuse a Lui si sgonfiano)
  • 12 – Vendetta (il marito di lei se la prende con Lui e in cella gli rubano la palla)
  • 13 – Fantasma (Lei scioglie il matrimonio e Lui torna ad essere visibile solo a lei)
  • 14 – Fuori (Uscito di prigione Lui pare vendicarsi, ma si fanno del male da soli)
  • 15 – Innamorata (Non considerato ne troppo ne troppo poco, Lui porta l’amore)
  • 16 -Titoli di coda(Un sogno non è reale oggi ma crea ciò che sarà reale domani)
  • FINE

VEDI IL FILM

Fonte: putlocker by cineblog

Fonte video: putlocker


|<= 1 – Titoli di testa (Lui, il marito sognato per domani, e il marito di oggi)


Il ragazzo appende un volantino pubblicitario a questa porta e ad altre porte di case vicine


Il ragazzo sposta la sua moto BMW parcheggiata davanti ad un garage perché l’uomo in auto, una BMW anch’essa, possa uscire dal garage di casa sua.

|<= 2 – La casa vuota (dove viene mandato a dormire Lui dalla donna che lo sogna)


Il ragazzo parcheggia la sua moto davanti ad un condominio, prende dal bauletto la sua borsa degli attrezzi e sale le scale, fermandosi davanti alla porta di questo appartamento che, avendo ancora il volantino che lui aveva appeso lì giorni prima, al momento è disabitato.


Usando dei piccoli cacciavite il ragazzo fa scattare la serratura della porta ed entra dentro.


Il ragazzo pigia il tasto del telefono per riascoltare il messaggio registrato sulla segreteria telefonica e la voce della donna che nella nella foto appesa al muro è con suo marito e suo figlio dice: – In questo momento siamo fuori in gita. Se avete bisogno di contattarci potete richiamare domani. Grazie. Ciao.


  • Attenzione, perché Lui, il ragazzo che stiamo guardando, è l’uomo sognato da una donna che sta facendo oggi l’incubazione di un amore per domani costruendo nel suo cervello una struttura che poi condividerà con un uomo nella fase dell’amore a due
  • Questo ragazzo non si sta appropriando di una casa non sua intanto perché esiste solo per la donna che lo sta sognando e poi perché è la padrona di casa che lo ha immaginato qui, per cui è autorizzato ad essere qui.
  • La donna ha già un marito, ma il ragazzo non entra in conflitto col marito di oggi perché oggi lui è solo un sogno per domani (quando finito di crescere il figlio insieme al marito attuale questa donna vorrà ridefinire la relazione di coppia, insieme all’attuale marito se lui ci sta ad essere come lei vorrebbe il marito del futuro, se no con un altro uomo).

Dopo aver dato uno sguardo alle stanze della casa, il ragazzo si lava i denti mentre usa il WC e poi si fa la doccia.


Poi sceglie cosa mettersi tra i vestiti disponibili in quest’armadio e dopo apre il frigo, pieno di roba da mangiare acquistata da poco, per vedere cosa può farsi per cena.


Dopo aver mangiato lui trova nella camera del bambino una pistola ad aria compressa che non funziona e si mette ad accomodarla, controllando alla fine che spara su dei palloncini.

Poi il ragazzo si scatta una foto assieme agli abitanti di quella casa usando una macchina fotografica compatta.

  • In questa inquadratura il ragazzo che sta usando quella casa sembra provenire direttamente dalla testa della padrona di casa, il che conferma l’ipotesi che sto usando in questi commenti ovvero che lui sia un uomo sognato da lei.

Il ragazzo guarda la televisione e poi dorme sul divano.

La mattina dopo cerca tutti i panni sporchi presenti nella casa, li lava a mano e poi li stende ad asciugare.


Poi il ragazzo guarda l’album con le foto di famiglia.

I padroni di casa rientrano.
Donna (al marito con voce arrabbiata): – Prendi le borse, sono dietro.
Nel frattempo lei porta in casa il figlio come se fosse anche lui una borsa da portare in casa.

Marito: – Apri la porta.
Moglie (con voce arrabbiata): – Le ho date a te le chiavi.
Si sente il tonfo della valigia, lasciata cadere in terra dall’alto da un marito evidentemente stufo dei toni di rimprovero della moglie, poi lui apre la porta.

Entrati, lui butta in terra di nuovo le valigie e si siede sul divano come se fosse stanchissimo di quella vita. Lei apre la cerniera della valigia con l’aggressività di una che sta dando una coltellata nella pancia a qualcuno.
Lui: – Morivi dalla voglia di fare questo viaggio. Che c’è adesso?
Lei (sbattendo in terra con violenza i panni che trova in valigia): – È stato un inferno, ecco che c’è.

  • Se il viaggio di questa donna è stata un inferno di sicuro lei non ha sognato un amore futuro la notte precedente, per cui questo ragazzo non è il sogno di questa donna ma di un’altra donna, che per qualche motivo non lo ha immaginato a casa propria ma a casa di questa donna senza sogni.

 Marito (al figlio che gli punta contro la pistola giocattolo): – Posala subito!
Lei (al figlio che ora punta la pistola verso di lei): – Spara! Fammi felice, spara.
Si sente un colpo, la donna grida, la moto del ragazzo si allontana velocemente da quella casa.

  • Questa donna è troppo impegnata a rimproverare il marito di ora di non avergli reso bella una vita che si rende brutta da sola per sognare un marito diverso domani e per tale motivo quando lei rientra a casa il ragazzo va via di corsa.
  • Una persona senza sogni è una persona che non si concede mai un momento di pausa dai problemi, perché in assenza di problemi il suo cervello andrebbe spontaneamente nel funzionamento in incubazione sognando il futuro che vorrebbe (smettendo tale funzionamento appena il presente richiede attenzione ma poi riprendendolo quando questa attenzione non è più necessaria).

|<= 3 – Una donna (che picchiata porta in casa sua Lui, il sogno di un altro marito)


Il ragazzo entra nella casa da cui abbiamo visto uscire l’uomo in BMW, senza intervenire sulla serratura perché la porta non è chiusa, e non si accorge che c’è una donna, ferita sulla guancia e sulle labbra, la quale non si mostra per nulla spaventata e lo guarda mentre lui guarda un album con foto di nudo.
Marito (al viva-voce del telefono): – Perché non rispondi? Sei ancora arrabbiata con me? Mi dispiace. Avanti, rispondimi. Faccio tutto solo per te, di cosa sei insoddisfatta? Mi stai facendo diventare pazzo. Rispondi al telefono!

  • Questa donna ha molto bisogno di sognare per domani una marito diverso da quello di ora, visto che questi l’ha picchiata, per cui cominciamo a pensare che sia lei a sognare il ragazzo.
  • Il ragazzo è venuto qui perché lei lo ha sognato qui ed è entrato senza forzare la serratura perché lei gli ha fatto trovare la porta aperta.
  • Lei guarda il ragazzo senza provare paura perché Lui è opera sua, ma con pochino di sorpresa e di curiosità sì, per cui pensiamo che fino ad ora è stato un sogno che lei non sapeva (del tutto) di fare e ora che lo ha visto vorrebbe capire come è fatto e come si comporta a casa sua.
  • Notare che il ragazzo non risponde al telefono perché la struttura cerebrale preparata dall’incubazione che lo sta facendo esistere, nella testa della donna che lo sogna, non è usata per rispondere all’ambiente oggi.

Il ragazzo si scatta una foto insieme alla donna di questa foto, che è la donna che lo sta guardando e anche la modella delle foto di nudo.

  • Guarda caso anche in questa inquadratura lui sembra appena uscito dalla testa di lei (giusto quello che sto supponendo io quando lo considero un sogno fatto da lei nei momenti in cui il suo cervello ha il funzionamento in incubazione.

Sotto gli occhi della donna che lo guarda, il ragazzo cucina una cena seria e con molte portate, poi si mette a tavola per mangiarsela.


  • L’uomo sognato da questa donna non cucina perché deve farlo ma perché gli va di farlo, visto che cucina per se stesso e non un panino come aveva fatto nella casa della donna senza sogni ma un pasto completo..

Dopo cena il ragazzo cerca i panni da lavare su entrambi i piani della villetta e qui lo vediamo lavare le mutande della donna e le scarpe da ginnastica del marito, sempre sotto gli occhi di lei.

  • Questo ragazzo è il sogno di una donna, perché se a sognarlo era un uomo certo non lavava i panni a mano e pure in una posizione così scomoda.

Dopo aver accuratamente steso i panni ad asciugare, il ragazzo annaffia una pianta che la donna ama particolarmente (visto che più avanti sentiremo il marito dire “ho anche annaffiato la tua pianta preferita”)

Alla fine il ragazzo gioca al golf usando la mazza ferro3 [Nel commento il regista spiega che ferro3 è la meno usata delle costose mazze che stanno nel costoso portamazze di una attrezzatura da golf]

  • In questa inquadratura la mazza da golf sembra un prolungamento del sesso del ragazzo, per cui la pallina da golf aspira ad andare non in una buca di un campo da golf ma in una buca femminile.

Il ragazzo sta nella vasca da bagno e guarda con molto interesse le foto di nudo dell’album, che immerge nell’acqua [immersione che riporta le foto in bianco e nero al momento della loro nascita, quando i neri emergono dal bianco della pagina a contato del bagno di sviluppo e poi vengono fissati per sempre ad un dato livello nel bagno di fissaggio, prima di essere lavati in abbondante acqua corrente e stesi ad asciugare]

Il ragazzo aggiusta la taratura della bilancia pesapersone sotto gli occhi della donna, dopo di che vediamo che lui pesa 64Kg e lei, che va a pesarsi quando il ragazzo è andato via, pesa 47 Kg.


  • Vedremo questa bilancia nell’ultima scena dirci che lui non aggiunge nulla al peso di lei, confermando che lui è un sogno di lei.
  • Questa bilancia segnava un peso sbagliato per scelta di lei, che per qualche motivo aveva bisogno di mentire a se stessa sul proprio peso, ma ora che in casa al posto del marito c’è questo ragazzo lei non sente più il bisogno di dirsi bugie e fa riportare la bilancia alla giusta taratura proprio dal ragazzo.

Asciugate le foto col ferro da stiro con movimenti che sembrano carezze fatte alla donna delle foto, il ragazzo si masturba nel buio guardando le foto dell’album [evidentemente sognando di amare e di essere amato da quella donna] ed è a questo punto che la donna decide di farsi vedere.

  • In questa scena entrambi sono avvolti da una oscurità amica del sonno, e anche dei sogni da svegli che si fanno più facilmente in presenza di poca luce, perché qui lui è un sogno di lei e lei è un sogno che lui fa guardando le sue foto, ovvero la parte visibile del suo corpo.
  • Facendosi vedere la donna rende reale il sogno che il ragazzo sta facendo sulle sue foto, chiedendo al ragazzo di rendere reali i suoi sogni.

Il ragazzo la vede e prende atto della sua presenza accendendo una luce che illumina entrambi.

  • Visto che lei non svanisce accendendo la luce, lei esiste realmente per lui e lui per lei, per cui siamo in stato nascente (in una fase di amore a due).

Il telefono suona e la voce del marito le ordina di rispondere, cosa che la donna esita a fare ma poi fa. Allora lui si riveste, prende gli attrezzi e si avvia per andarsene. Mentre sta per scomparire, la donna emette un urlo e chiude la telefonata, al che lui guarda lei che lo guarda, abbastanza a lungo da far capire che è indeciso se andarsene o restare. Alla fine lui se ne va.

  • Il ragazzo sta andando via perché lei ha detto al suo sogno di andare via nel momento in cui ha scelto di rispondere alla telefonata del marito, visto che se parla col marito deve smettere di sognare il marito di domani (altrimenti diventa un marito per oggi anche il ragazzo e avere due mariti oggi non è ammesso)
  • Poi però la donna chiude la telefonata e il ragazzo appare indeciso se andarsene o restare perché ora lei potrebbe sia continuare a pensare al marito di oggi che tornare a sognare il marito di domani.
  • La scelta chiamata a fare la donna dopo che ha chiuso il telefono è una scelta fondamentale, perché se una persona dal funzionamento in incubazione non torna allo stato normale quando il marito attuale la reclama, allora quella persona va in stato nascente cominciando a cancellare il marito attuale dalla sua vita per cominciare a farvi entrare un altro uomo alternativo al marito.
  • Sognare è importante e il cervello passa la maggior parte di ogni giornata a farlo, se mettiamo nel conto anche l’attività portata avanti nel sonno, ma un sogno corre costantemente due rischi opposti: quello di sottostimare la sua importanza considerandolo solo un sogno e quello di sovrastimarla considerandolo reale prima di averlo reso reale con qualcuno disponibile a essere come il suo sogno.

Vediamo il ragazzo che si è fermato a riflettere all’uscita di questa galleria.
Poi lui indossa il casco, risale in moto e inverte la sua marcia imboccando la galleria che lo riporta da quella donna. Nel momento in cui la moto entra nella galleria che lo riporta da lei, dall’altra galleria esce un’auto.

  • La donna esita prima di ordinare al suo sogno di tornare indietro per battersi alla pari col marito di oggi, ma poi lei si decide a farlo visto che il ragazzo risale in moto per tornare da lei.
  • Tornando indietro il marito di domani rischia di incontrare quello di oggi, creando un conflitto che cesserà solo quando il nuovo marito avrà mandato via il vecchio. Infatti qui vediamo che quando la moto entra in galleria un’auto esce dall’altra galleria, come a dire che il ragazzo che viaggia in moto sta andando a prendere il posto del marito che viaggia in auto.
  • Notare la perfezione di questa immagine, sia quando mostra la moto che va e l’auto che viene, sia quando descrive la fine dell’incubazione come uscita da una galleria, perché l’incubazione è un amore nascosto che vive in galleria per non interferire con l’amore in corso, uscendo a tratti per brevi istanti, preferibilmente di notte perché la notte è amica dei sogni, ma poi tornando sotterraneo, e quando l’incubazione esce definitivamente dalle gallerie allora è stato nascente, è la nuova struttura che va a prendere il posto della vecchia.

|<= 4 – Disperazione (che induce lei a rendere visibile il sogno al marito e a lasciarlo)


Il ragazzo trova la donna a piangere nella stessa vasca dove lui aveva sognato di amarla guardando le sue foto sott’acqua.
Lui raccoglie i vestiti sporchi buttati sul pavimento, sceglie per lei un vestitino viola tanto amato da lei quanto odiato dal marito e le manda un messaggio musicale mettendo un disco con musica dolce.
All’uscita dalla vasca lei trova questa composizione, si guarda intorno e poi si mette tranquillamente prima le mutande e poi il reggiseno pur sapendo di essere guardata dal ragazzo.

  • la donna che piange nella vasca non sta piangendo per quello che ha fatto o detto il marito, perché quelle sono lacrime già versate da tempo, ma perché è andato via da lei il suo sogno, che però si sente richiamato indietro proprio da quelle lacrime e torna da lei, cambiando subito il clima della casa con la musica che fa partire e poi vestendola, perché per quell’amore sognato è arrivato il momento di uscire dal chiuso di quella casa e di farsi vedere dal mondo esterno.

Il ragazzo manda la palla da golf tra i piedi di lei, dopo un rimbalzo perché lui è dietro la parete con la foto di lei, e lei gliela rimanda sempre con rimbalzo. Alla seconda restituzione però la palla è stoppata dal marito appena rientrato.
Marito: – Che diavolo fai seduta qui con tutte le porte aperte? Che ti succede, non puoi rispondere al telefono? Non ho concluso niente nel mio viaggio di affari. Perché mi stai ignorando? Ti sembro tanto cretino? Sono il tuo schiavo?

  • La pallina che il ragazzo manda tra i piedi di lei, e quindi anche tra le gambe di lei, è un “vorrei amarti”, per cui la pallina che torna indietro è un “anch’io vorrei amarti”, il tutto a livello simbolico perché in qualunque concezione dell’amore positiva il significato simbolico del sesso è di gran lunga più importante del suo significato fisico.
  • Il marito che stoppa la palla interrompe un rapporto sessuale, perché le porte trovate aperte da lui non sono solo quelle della casa ma anche quelle di lei, però non sa con chi prendersela visto che lei appare sola, non potendo lui vedere il sogno con la quale lei stava facendo l’amore, ed il fatto che nessuno possa aggredire i tuoi sogni è un grande punto a favore dei sogni, ma il fatto che nessuno li possa vedere è anche il loro grande limite, perché è difficile considerare reale qualcosa che nessun altro può vedere.

La donna fa per andarsene e il marito la riporta indietro violentemente prendendola per un braccio, sotto gli occhi del ragazzo che è davanti ad entrambi.
Marito (urlando e con voce cattiva): – Che cosa vuoi che faccia? Pensi sia facile vivere nel lusso? Ti ho detto mille volte di non metterti questo [vestito]. Perché continui a fare le cose che odio?

  • Il ragazzo è lì davanti ad entrambi ma il marito non lo vede, non perché non rientra nel suo campo visivo ma perché lui è un sogno che solo lei può vedere (oltre agli spettatori, ma questo per mostrare all’esterno cosa sta succedendo nella testa di lei).

Marito (sedendosi e tirandosi dietro lei): – Scusa, non lo so perché mi comporto in questo modo. Ma tu perché, perché mi fai sentire una nullità?
Il marito vorrebbe baciarla, ma lei lo respinge ostinatamente e alla fine lui gli uno schiaffo così violento da mandarla in terra.
Marito (dopo averla tirata su da terra): – Vieni qui! Adesso esageri, basta! Sono stufo! Per una volta facciamo a modo mio. Hai paura forse che ti mangi? Sono un verme? Vieni qui, ti prego non mi resistere.
Dopo averla baciata sul collo, lui va verso il seno e il ragazzo verso le mazze da golf.

  • Questo fotogramma non è bello a vedersi ma ci mostra uno schiaffo molto reale, visto che deforma il volto di lei appiattendolo dal lato dello schiaffo e provocando un mosso sul lato opposto, ma attenzione perché anche i sogni possono diventare molto reali quando li si autorizza ad uscire allo scoperto, e lei dopo questo schiaffo ha tutti le ragioni per chiedere al suo sogno di farsi vedere anche dal marito.

Marito (sentendo il colpo di una palla lanciata verso la rete): – Chi c’è?
Poi andato verso il vetro e facendosi ombra con la mano per poter vedere fuori: – Chi è quello? Chi sta giocando a golf nel mio giardino?

  • Preso atto che “il mio giardino” non è solo quello fuori dalla casa ma anche e soprattutto il sesso di quella donna, che il marito considera una sua proprietà (e questo resta vero anche in un mondo positivo in amore perché quella è una possessività considerata essenziale e utile), facciamoci la seguente domanda: se il ragazzo è un sogno di lei, come ci conferma questa inquadratura che mescola il corpo del ragazzo col corpo della donna, e se questo sogno è visibile solo a lei perché ora il marito lo vede?
  • Risposta: durante l’incubazione il sogno di lei era visibile solo a lei perché la struttura in preparazione lei non la usava nel decidere cosa fare, ma dopo quello schiaffo deve aver deciso che è arrivato il momento di tirarla fuori, per cui è lei che ha detto alla sua creatura “adesso fatti vedere, non tacere, fai qualcosa per far vedere a mio marito che anche io sono stufa e pronta a mettere qualcun altro al suo posto”, dopo di che il ragazzo è andato verso le mazze da golf per mostrare al marito che qualcun altro può amare quella donna e in un modo molto diverso da come la ama lui.
  • Da ora in avanti il marito vedrà il ragazzo, ma non tanto vedendo quello che fa il ragazzo quanto vedendo quello che la moglie non fa più con lui e quello che la moglie non accetta più di farsi fare da lui, perché ora lei ha un sogno in cui credere, un sogno da cercare di rendere reale, un sogno da vedere e da far vedere.
  • Attenzione: il cattivo della storia non è solo il marito ma anche la parte della donna che ha scelto quest’uomo per marito (e non venitemi a dire dopo quello che vi ho detto commentando  HEREAFTER che prima di sposarlo lei non aveva visto quanto negativa fosse la relazione che accettava sposandolo).
  • Anche questo gioiello di ragazzo è opera di lei, ma lui l’ha creato il sistema emozionale della donna in un momento in cui gli andava di essere positivo, mentre il marito che vive nella testa della moglie perché per il cervello davanti il mondo è quello registrato nel cervello dietro lo aveva creato quello stesso sistema emozionale ma in un momento in cui gli andava di essere negativo.
  • Guardate pure l’abisso che separa il marito violento da questo ragazzo che è la gentilezza fatta persona, e che non viola nessun appartamento perché va dove viene invitato ad andare dalla padrona di casa o comunque da una donna, ma guardatelo per capire quanto può essere diverso il risultato ottenuto da uno stesso sistema emozionale quando passa dal cercare una relazione negativa con l’altro sesso al cercare una relazione positiva.

Uscito nel giardino, il marito sta telefonando alla polizia ma non completa la chiamata perché riceve in pieno petto una palla da golf, che è abbastanza pesante da far molto male. La prima palla lo piega sulla ginocchia e la seconda lo stende, ma visto che continua a dire “pronto a casa mia c’è…” si prende una terza palla in corpo. Il ragazzo è pronto a lanciare la quarta, ma poi guarda la donna e non lo fa.

  • Il ragazzo fa quello che gli chiede di fare la donna che lo sta sognando ed è lei che qui sta usando il sesso del ragazzo per difendersi dal sesso del marito che pretendeva di avere a schiaffi un consenso che lei non gli dà più, e la quarta palla che la donna decide di non tirare addosso al marito ci dice che lei non ha piacere a colpirlo e smette appena non è più necessario per difendersi da lui che voleva chiamare la polizia per far arrestare il ragazzo per violazione di proprietà.

Il ragazzo raccoglie la palla, poi va alla moto, indossa il casco, accende la moto e dà gas senza partire, invitando con questo rombo di moto la donna a venire con lui, se le va di farlo.

  • In questo momento la donna è chiamata a decidere se utilizzare o meno la struttura che ha preparato durante la sua incubazione di una relazione futura diversa da quella attuale, e se decide di usarla uscirà da quella porta davanti alla quale l’abbiamo lasciata e andrà via con questo ragazzo, ma non per mettersi con lui perché lui è un sogno, bensì per cercare un uomo simile a quello che ha sognato e che adesso la sta aspettando in moto.
  • Notare che moto ed auto sono allineate tra loro ma guardano in due direzioni opposte, perché la relazione futura desiderata dalla donna è di segno positivo se l’uomo che cerca somiglia a questo ragazzo, mentre la relazione col marito è chiaramente di segno negativo, e non solo perché lui la picchia ma anche perché lei fino ad oggi c’è stata a farsi trattare male da lui, o sarebbe già andata via da quella casa da tempo, per non dire che poteva benissimo non esservi mai entrata se non barattava lo star bene con un lusso che non serve a nulla se non ti permette di star bene.

Sulla strada dal soggiorno alla moto, la donna si ferma accanto al marito, che mette una mano sul suo piede chiedendole di non andare via. Quel contatto non le fa sentire un marito seriamente intenzionato a cambiare il segno della relazione che ha con lei, però, perché lei recupera il suo piede e poi lo usa per andare verso la moto senza voltarsi indietro.

Lei sale dietro senza dire e senza aver mai detto una sola parola a quel ragazzo, e lui non si gira a guardarla. Dopo che la donna è salita, la moto si allontana, non sappiamo diretta dove visto che il ragazzo non sembra avere una casa sua.


  • Non si dicono nulla, ne ora ne mai, perché non c’è nulla da dire che il ragazzo non sappia già della donna che lo ha creato e che lei non sappia già dell’uomo che il suo desiderio di una relazione diversa da quella col marito ha creato.
  • La donna va via di casa e se la deve cavare da sola, perché il ragazzo sulla moto è solo un sogno che vive dentro di lei e quindi una casa non ce l’ha se non ce l’ha lei, ma il problema di dove passare la notte una volta andata via è un piccolo problema, se confrontato col problema di decidere se andar via da quella casa o meno, se credere ad un futuro diverso o meno, se credere all’esistenza di un amore positivo o meno.

|<= 5 – Golf (Lei e il suo sogno, che passa il giorno a giocare alla pallina nella buca)


Mentre si sentono versi di uccelli, lei sta rannicchiata a pensare non sappiamo cosa sul bordo del fiume, mentre lui lava la moto e la guarda, come se aspettasse di sapere da lei cosa fare

  • Il viola è il colore della perfezione, ovvero il colore dei momenti che seguono uno stato nascente andato a buon fine in cui il mondo appare essere esattamente come si era desiderato che fosse perché prima si è cambiato il cambiabile del mondo intorno a se e poi si è cambiato se stessi fino ad un perfetto allineamento tra il mondo esterno e quello interno.
  • Il colore viola dell’abito di lei insieme al cielo tendente al viola ci dice che ora lei è sola e senza una casa ma ha i suoi sogni e si sente libera di realizzarli per cui prima o poi li realizzerà e senza scendere a nessun compromesso.

Poi vanno a cercare una casa vuota e lei aiuta lui ad attaccare i depliant pubblicitari che servono a trovare le case temporaneamente non abitate

  • Attenzione, perché dal momento in cui la donna è andata via col ragazzo riconoscendolo come il suo sogno, quelle che vediamo non sono due persone ma una sola, col ragazzo che è il braccio e la donna che è il cervello che comanda quel braccio, per cui è lei che sta cercando una casa vuota sperando di trovarvi un uomo che abbia i suoi stessi sogni col quale mettersi insieme.
  • Se lei trova uno che la sogna e se quest’uomo è come lei sogna un uomo, allora il viaggio è finito perché stabilirà una relazione con lui e il ragazzo scomparirà perché l’uomo con cui sta ne ha preso il posto, essendo esattamente come lo voleva lei dopo qualche modifica sia al sogno di lei che alle caratteristiche dell’uomo reale incontrato per farli combaciare perfettamente, arrivando ad un amore realizzato che ha come colore simbolo il viola, che non a caso è il colore del vestito di lei.

Lui fora la pallina da golf, ci passa dentro un robusto filo metallico plastificato, la lega ad un albero e poi la colpisce con la mazza da golf num. 3, evidentemente sognando di mandarla dentro alla buca che la sta aspettando.

  • Qual è la buca che sta cercando la pallina da golf del ragazzo lo avevamo già anticipato e questa inquadratura ce lo conferma, visto che la mazza da golf passa esattamente sul sesso della donna, che sta aspettando e ora sappiamo che sta aspettando un uomo che la ami, anche fisicamente ma non solo in quel senso, visto che è un sogno e che i sogni li fa il cervello e non il sesso.
  • Il fatto che il ragazzo passi la sua giornata a giocare a golf significa che lei passa la sua giornata a sognare un uomo che la ami.

116) La casa vuota in cui entrano è quella di un fotografo, visto il nudo di donna in B/N appeso dietro alla porta d’ingresso e i nudi di donna che tappezzano le pareti. La luce è sul giallo. Messaggio registrato sulla segreteria del fotografo (attivata dal ragazzo): – Salve, sono OginCon, in questo momento mi trovo all’estero per un servizio fotografico. Se avete bisogno di contattarmi chiamatemi al numero 0134254, grazie

  • La mano che attiva la ripetizione del messaggio sulla segreteria è quella di lui, ma essa è comandata da lei se lui è un sogno che sta facendo lei e dunque ad attivare la segreteria è la donna, che non ha bisogno di toccarla perché quello che lei desidera lo mette in atto il ragazzo.
  • La casa è quella di un uomo perché il ragazzo cerca la casa per conto della donna e lei sta cercando un uomo, ed è la casa di un fotografo che fotografa le donne perché la donna pensa che quel fotografo faccia ritratti femminili sognando una donna con la quale stabilire una relazione e vuol vedere se può essere lei la donna desiderata dal fotografo.
  • In questa inquadratura la testa della donna sta dentro ad un quadro con una donna e un uomo nudi sul letto, accanto al sesso di entrambi per cui ne deduciamo che lei sta pensando ad un uomo che cerchi lei col proprio sesso, non solo per farci sesso però perché un uomo che voleva sesso da lei ce l’aveva già e lo ha lasciato.
  • Il colore degli stati nascenti che hanno un seguito e attuano una rivoluzione nella vita della persona è il rosso, mentre il giallo che predomina in questa foto è il colore degli stati nascenti di prova messi in atto durante una fase di incubazione e quindi senza un seguito visibile esternamente, in pratica è il colore degli amori di una sera sapendo entrambi che il giorno dopo ognuno dei due andrà per la sua strada, ma sognando per una sera lui che quella donna sia la donna che stava cercando e lei che quell’uomo sia l’uomo che stava cercando.
  • Qualche volta nella vita il giallo diventa rosso, perché lui si rivela davvero l’uomo che cercava lei e lei si rivela davvero la donna che cercava lui, ma in tutti gli altri amori di prova il giallo resta giallo, che sulla terra attuale negativa in amore è il colore del tradimento perché nell’amore negativo ogni serata d’amore è tenuta a finire col sesso fatto e quel sesso è tradimento ogni volta che non è l’inizio di un nuovo amore duraturo, ovvero quasi sempre.

Quando il messaggio termina, parlandoci di un uomo che vuol farsi trovare da chi lo cerca visto che lascia un numero di cellulare a cui chiamarlo, lei guarda una foto nella quale lei era la modella, dal che deduciamo che quel fotografo ha fotografato anche lei, oltre che molte altre donne.

  • Visto che siamo nella casa di un fotografo che l’ha cercata come modella, amandola nel momento che la fotografava perché il feeling tra fotografo e modella necessario per ottenere belle foto è amore, la donna non ha scelto questa casa per sbaglio ma per vedere se l’amore sognato dal fotografo quando la fotografava è compatibile con l’amore che sogna lei.
  • La risposta è no, l’amore desiderato dal fotografo non è quello che cerca la donna perché chi ha fatto questa foto non sognava di amare lei come persona ma solo di farci sesso, visto che la luce dice chiaramente che lui non guardava verso la sua testa ma verso il suo sesso, e visto che la gamba della modella che entra tre le braccia di lei ricorda un grosso membro maschile in erezione entrato per metà dentro ad una donna.
  • Non è una foto pornografica perché non mostra nulla di sessuale esplicitamente e perché non si limita al corpo ma comprende anche la testa della donna fotografata, però è una foto fatta con poco amore e molto desiderio di sesso perché la direzione dello sguardo, che va dall’ombra alla luce, va dalla testa al sesso e non viceversa, come dovrebbe essere se il sesso non è un punto di arrivo ma una tappa per arrivare a entrare nella testa di lei e quindi nella vita di lei.

|<= 6 – Fotografie (che le dicono che il fotografo non diventerà l’uomo che sogna)


Il ragazzo fa partire un CD con parole e musica, poi va a guardare la foto davanti alla quel lei si è incantata, scoprendo che la donna della foto è quella che ora sta insieme a lui, con i capelli portati allo stesso modo ma senza le ferite sul volto che adesso nascondono la bellezza di quel volto suscitando più pietà che attrazione.

Mentre il ragazzo aggiusta l’orologio a pendolo appeso accanto alle foto, la donna continua a guardare il ritratto che le ha fatto quel fotografo e per cercare di indovinare che emozioni suscita in lei quella foto noi guardiamo le altre foto che questo fotografo tiene appese al muro, evidentemente perché lo aiutano a sognare la donna che sta cercando.

  • Tre delle sei foto visibili in questa inquadratura mostrano anche il volto della donna, forse quattro, comunque sicuramente tre sono centrate sul didietro delle ragazze, e visto che quello non è precisamente l’ingresso migliore per rendere massimo il piacere delle donne, sospettiamo che la donna stia pensando che i sogni di quell’uomo rassomigliano più a quelli di suo marito che ai suoi.

Mentre il ragazzo sta dormendo sul divano, la donna tira giù dalla parete la foto che la ritrae e la piega accuratamente. Per farne cosa lo vediamo attraverso gli occhi del ragazzo, che dopo essersi svegliato ed aver preso una bottiglia d’acqua nel frigo ora guarda stupito la nuova foto creata dalle mani della donna.

  • La prima cosa che salta all’occhio è che nel punto di massima luminosità della foto, quello che più di ogni altro il fotografo desiderava di guardare e toccare, dove prima c’era il fianco di lei, ora c’è il volto di lei, che evidentemente desidera più essere guardata negli occhi che nella parte alta delle sue gambe.
  • Le mani sono rimaste al loro posto, ma ora sono due mani che fanno compagnia una all’altra e non sono più due mani impegnate a precludere l’accesso al sesso ad un uomo che il sesso lo vuole ma il piacere di lei no, proprio come faceva il marito da cui se ne è andata via.
  • [Dove prima stava il pube, nascosto dietro alla barriera alzata da lei di fronte ad una richiesta di sesso senza amore, ora c’è un dito che si allunga sul braccio realizzando un rapporto sessuale simbolico, come a dire “sesso si, ma con amore, come atto di apprezzamento e non come atto di disprezzo.

Dopo aver guardato a lungo la nuova foto il ragazzo cerca la donna e la trova a lavare i panni sporchi a mano.

  • Perché questa donna fa questo atto d’amore se l’uomo che abita quella casa non condivide i suoi stessi sogni?
  • Perché lei, dopo aver trasformato la foto vecchia in una nuova foto che recepisce l’idea di amore che ha lei, può sognare che il fotografo venga sulle sue stesse posizioni, nel qual caso potrebbe amarlo ed essere amata da lui, possibilmente non di amarlo lavando a mano i panni perché questo è un atto d’amore negativo che serve più a colpevolizzare il compagno che a prendersi cura dei suoi vestiti.
  • Pensar bene del fotografo, se la donna riesce a farlo non avendo ancora escluso al 100% che lui possa comportarsi bene domani, non è un favore che lei fa a lui ma un favore che lei fa a se stessa, permettendole di sentirsi in casa di una bella persona e quindi regalando a se stessa un piacere di essere lì che non potrebbe provare pensando male del fotografo.

Mentre il ragazzo cucina per lei, la donna stende i panni ad asciugare sugli stessi fili usati dal fotografo per stendere ad asciugare le foto in bianco e nero (che evidentemente lui stampa da solo)

  • Questa vicinanza tra vestiti e foto di donne senza vestiti ci dice intanto che, se è vero che in certi momenti della giornata è meglio stare nudi poi c’è una parte della giornata durante la quale un vestito lo si indossa, ma non dice solo questo.
  • Una persona vestita è una persona che sta usando una data cultura e i momenti in cui si sta nudi servono a decidere la cultura da indossare quando poi ci si vestirà, una cultura condivisa da entrambi se il sesso è stato con amore ovvero approvatorio di una struttura cerebrale condivisa, che è la base neurologica di quell’accordo che chiamiamo cultura del gruppo, in questo caso cultura della coppia.

Mentre lei mangia, il ragazzo non mangia insieme a lei ma va ad annaffiare una pianta, perché possa crescere e vivere al meglio delle sue possibilità

  • Lui non ha bisogno di mangiare perché è un sogno e non si nutre del cibo per il corpo ma dei sogni di lei che lo sta sognando, nell’attesa di incontrare l’uomo dei suoi sogni che non è il ragazzo, altrimenti lui qui sarebbe stato a tavola con lei.

Squilla il videocitofono e sullo schermo vediamo che a cercare il fotografo è questa ragazza. Non ottenuta risposta, la ragazza se ne va dopo aver fatto una faccia contrariata per non aver trovato quello che probabilmente è il suo ragazzo.

Il ragazzo si scatta una foto insieme alle donne fotografate da dietro, poi una foto insieme alla foto rifatta della sua compagna di viaggio e nella terza foto, con dietro la foto di questa ragazza nuda che guarda le foto del fotografo per cui immaginiamo che sia la ragazza del videocitofono, vediamo che vuole esserci anche la donna.

Poi mettono in ordine e se ne vanno, anche se il fotografo non è tornato e non tornerà tanto presto, essendo via per lavoro e avendo lasciato un telefono a cui cercarlo perché sarebbe stato via per un po’

  • Lei decide di andarsene perché non era un tetto sotto cui dormire che cercava lì ma un uomo compatibile con la sua idea degli uomini da sognare, cosa che non può fare più dopo aver visto che il fotografo ha una donna che lo approva nella sua versione attuale facendoci sesso, la donna del videocitofono che è quella che appare nuda nella terza foto del ragazzo, dopo di che di sicuro il fotografo non sarà disponibile all’idea dell’amore che la donna ha esplicitato invertendo i valori nella foto che la riguardava.

La donna torna a cercare una casa con un uomo che possa avere gli stessi sogni che ha lei, ma questa volta lo cerca in un quartiere diverso, con villette e tante piante.

  • L’ambiente di cui una persona si circonda non esprime solo il suo livello economico ma anche il suo orientamento relazionale al piacere o alla sofferenza, perché non tutti scelgono tra le case che si possono permettere quella dove è più piacevole abitare ma solo quelli orientati al piacere.

Nell’attesa di esplorare una nuova casa, il ragazzo torna al fiume, a dare racchettate alla pallina da golf legata all’albero sognando di mandarla in una buca che può solo immaginare.
Ad un certo punto lei gli dice che è ora di andare mettendosi per tre volte di seguito davanti alla pallina che lui sta per colpire, dopo di che il ragazzo slega la pallina e va alla nuova casa da abitare e da esplorare.

  • Il ragazzo passa il tempo sognando di mandare la pallina in una buca femminile, e non è il solo che non lascia passare un giorno senza aver sognato di amare una donna, entrando non solo nel corpo ma anche nella testa di lei, ma ci si potrebbe chiedere lo stesso come mai questo ragazzo non faccia nient’altro nella sua giornata oltre al sognare l’amore e ad esplorare la sera una casa dove forse qualcuno sogna un amore per domani.
  • Il fatto è che il ragazzo incarna i contenuti di una struttura cerebrale dedicata alla vita privata e quindi all’amore, il che non significa che la donna che sta facendo l’incubazione di questa struttura non abbia o non sogni di avere altre strutture cerebrali che gestiscano l’attività lavorativa e le altre attività possibili.

|<= 7 – Un’altra casa (Lui è considerato reale ma non lo è, e un tetto devono rubarlo)



La casa in cui entrano è quella di un pugile, a giudicare dai guantoni appesi davanti alla porta d’ingresso e dalla foto in guantoni sopra il telefono. Messaggio, della padrona di casa, dalla segreteria telefonica: – Attualmente siamo alle Hawai per il nostro terzo anniversario di matrimonio. Se avete qualcosa da dirci, per favore lasciate un messaggio dopo il bip.

  • Una donna ancora segnata dalle botte che ha ricevuto dal marito di sicuro non va a cercare un uomo che la ami in casa di uno che per mestiere dà botte all’avversario, ma se lei non è venuta qui sperando che il padrone di casa la sogni qui allora lei sta usando per scopi propri la casa di un altro e questa è la prima violazione di domicilio che vediamo nel film e andrà a finire col pugile che prende a pugni il ragazzo come vediamo qui per gioco e più avanti davvero, il che è giusto trattandosi di una violazione di domicilio anche se senza furto.

La donna non appare per nulla interessata ad esplorare quella casa e porta un paio di forbici al ragazzo, che nel frattempo sta facendo funzionare un compatto radio-CD che non si accendeva, chiedendogli in pratica di farle i capelli. Il ragazzo si mette al lavoro e alla fine lei appare soddisfatta dei suoi nuovi capelli, che annoda dietro perché sono leggermente più corti di prima ma sempre lunghi.

  • Questo è il primo contatto diretto tra il ragazzo e la donna, per cui la nuova acconciatura che lei chiede al ragazzo di fargli vuol mostrare all’esterno un cambiamento di programma nella testa di lei, col nuovo programma che prevede quel ragazzo come compagno reale e non più come un modello da proporre a un uomo interessato a stare con lei.
  • Questo taglio di capelli convincerà la donna che quel ragazzo esiste davvero e non è solo un suo sogno, perché se lui può fare una cosa che lei non può farsi da sola come il tagliarsi i capelli allora quel ragazzo esiste davvero.
  • I problemi per il ragazzo (segnalati nella pagine con tutte le foto insieme col fondo in grigio, colore amato dalle persone che eccedono nell’incubazione considerando reali il loro sogni), cominciano qui e si aggraveranno quando la donna gli chiederà di fare sesso con lei dopo una cerimonia che è una specie di matrimonio.
  • I problemi per Lui finiranno solo quando la donna scioglierà quel matrimonio tornando a considerarlo quello è realmente, ovvero un sogno d’amore per domani che porta già oggi l’amore in casa se chi sogna non fa ne l’errore di sottostimare i suoi sogni ignorandoli ne l’errore di sovrastimarli considerandoli reali prima che lo diventino perché recepiti da una seconda persona.
  • Ufficialmente la società condannerà il ragazzo per violazione di domicilio, ma in realtà lo condannerà perché c’è stato a farsi considerare un ragazzo reale quando invece era solo un sogno per il domani, usurpando non solo la casa di un altro per una notte ma anche il posto di un altro accanto a quella donna per ogni notte, oggi il posto del marito e domani il posto dell’uomo scelto per sostituire l’attuale marito se non si comporterà bene nemmeno quando sarà trattato con amore da una donna resa positiva dal sognare accanto a se un uomo positivo come il ragazzo.

Questa volta la foto ricordo la fa lei, ma se a lei non interessa di avere come partner il pugile perché di pugni ne ha già presi abbastanza dal marito, allora la foto non se la fa insieme al pugile ma insieme al ragazzo, che infatti sostituisce il pugile mettendosi i guantoni di lui e facendolo lui il pugile.

  • Anche questa foto serve alla donna per convincersi che quel ragazzo esiste davvero, perché se lo vede anche la macchina fotografica allora esiste davvero.

Dopo aver guardato seduti entrambi sul divano come una coppia normale una cassetta con la registrazione di un incontro di pugilato, la donna appare molto triste e a rallegrarla non basta la musica fatta partire dal ragazzo, visto che lei va a prendere una bottiglia di liquore. Lei riempie i bicchierini di entrambi, poi bevono, ma lei vuole ubriacarsi visto che se ne versa una seconda dose, imitata dal ragazzo.

  • La donna vuol fare una cosa che non deve convincerla molto, se per farla ha bisogno di bere lei e di indurre a bere lui con poca moderazione.
  • La cosa poco convincente è quella di considerare quel ragazzo frutto della sua immaginazione un ragazzo reale, un ragazzo dal quale farsi fare i capelli per convincersi che anche lui può modificare lei, un ragazzo che lei può fotografare per dimostrare a se stessa che non è frutto della sua fantasia, un ragazzo insieme al quale può guardare la televisione come una coppia normale, col quale può bere insieme, col quale può insomma fare tutte le cose che fanno le altre coppie.

Lei si mette a piangere e il ragazzo le passa lentamente il braccio attorno al collo invitandola a poggiare la testa su di lui, cosa che lei fa ma continuando a piangere.

  • La donna motiva a se stessa il chiedere relazione a quel ragazzo con delle lacrime che esprimono la tristezza di una donna che ha cercato invano l’uomo dei suoi sogni.

Lui le rimbocca le coperte e sta andando a dormire in un’altra stanza, quando lei lo prende per un braccio tirandolo verso di se per invitarlo a dormire insieme a lei. Poi lei gli va più vicina e lui si mette a dormire tenendola tra le sue braccia.

  • Ci siamo: lei qui vuole il ragazzo nel letto con lei e se possiamo capire la sua stanchezza dopo una ricerca infruttuosa che dura ormai da anni, resta il fatto che lei non può chiedere al suo sogno di essere reale senza commettere una scorrettezza, verso se stessa prima ancora che verso gli altri.
  • In pratica la donna vuol fare da sola, perché baciare il suo proprio sogno e portarlo a dormire nel letto con lei è bastare a se stessa, che è un abuso di potere perché rendere reale il sogno di un altro è una cosa in cui sono coinvolte due persone che credono alla bontà di una soluzione, mentre rendendo reale il proprio sogno la persona che approva è anche quella che propone e non c’è nessuna garanzia sulla bontà di quello che viene approvato.

|<= 8 – Chi siete? (Il derubato ferisce Lui e Lui ferisce una passante)


I padroni di casa rientrano senza che il ragazzo e la donna se ne accorgano, vedendo prima la bottiglia di liquore sul tavolo e poi loro nel letto. Il pugile indossa i guantoni e viene spinto dalla moglie ad andare a picchiarli. Il marito, dopo aver mandato la moglie a guardare se hanno preso qualcosa, colpisce il ragazzo in pieno volto. Mentre la donna guarda dispiaciuta ma non dice nulla, una tempesta di pugni si abbatte sul ragazzo.

  • Fino ad ora al ragazzo non poteva succedere nulla di male perché non poteva vederlo nessuno essendo solo un sogno fatto dalla donna, ma essendo diventato il compagno della donna è diventato visibile a tutti e ora sta occupando abusivamente una casa non sua, il che provoca il giusto risentimento dei padroni di quella casa.
  • Il ragazzo si prende dei pugni ingiusti, però, perché è la donna che è voluta venire qui e che lo ha reso visibile in una casa dove lei non era autorizzata a stare, per cui è lei a commettere una violazione di proprietà altrui e lui a prendersi i pugni, senza essere difeso da lei che avrebbe potuto dire “sono io ad essere voluta venire qui” ma non lo dice.

A fermare il pugile è la moglie, che a fatica lo trascina indietro dicendo: – No, caro, no.
Pugile: – Voi due chi diavolo siete? Che ci fate a casa mia, luridi ubriaconi? E tu, perché ti sei messo il mio pigiama? Hanno rubato niente?
Moglie: – No!
Marito: – Se non siete dei ladri, allora si può sapere che siete? Ehh?

  • Noi sapevamo che prima erano una donna e il sogno di lei, ma ora che lui è diventato un ragazzo reale non sappiamo più chi sono e l’unica che potrebbe dircelo, la donna che ha chiesto al ragazzo di diventare reale, per il momento sta zitta.

Lei compra degli spaghetti caldi e ne offre a lui, per tirarlo su di morale visto che appare parecchio abbattuto. Quando lui accetta due forchettate, come diremmo noi visto che loro usano gli stecchi, lei appare sollevata e si mette a mangiare volentieri. Lui torna a giocare al golf.

  • Offrendogli del cibo caldo, la donna si scusa col ragazzo per averlo fatto diventare reale prima di avergli dato una casa in cui lui è autorizzato a stare, e il ragazzo accetta le scuse di lei visto che torna a sognare di amarla tornando a giocare al golf.

Dopo il primo colpo, la donna si mette una prima volta davanti alla pallina chiedendo al ragazzo di smettere quel gioco. Lui sposta la pallina, ma lei si oppone di nuovo. Al terzo tentativo del ragazzo, che ha ancora una volta spostato la pallina, lei lo lascia fare, ma questa volta la pallina parte davvero, cessando di essere solo un sogno che finisce quando si riapre gli occhi

  • La donna va subito a interrompere quel golf che significa “vorrei fare sesso con te” perché prima a dire questo era un sogno che poteva sentir parlare solo lei ma adesso se il ragazzo lo dice tutti possono sentirlo e se dice ad alta voce “vorrei fare sesso con te” mentre sta passando una coppia se ne potrebbe avere parecchio a male sia la donna che suo marito.
  • Il ragazzo insiste nel voler dire questa cosa e al terzo tentativo lei gliela lascia dire, pensando che non c’è nulla di male se lui dice “vorrei fare sesso con te” ad alta voce in una strada perché lo dice a lei e a lei sta bene di essere desiderata da lui, ma la pallina ovvero questa frase oltrepassa il confine di loro due e va in strada, incontrando una coppia e ferendola perché per questa coppia quel desiderio è gratuito e offensivo.

Si sente il rumore di un parabrezza sfondato, si vede un’auto prima sbandare e poi frenare di colpo, poi vediamo una donna col sangue sulla fronte.
Marito della ferita: – MiYung, MiYung avanti svegliati. MiYung. MiYung svegliati. Rispondimi, stai bene?

  • L’incubazione, il sognare da svegli, è una fondamentale attività del cervello, forse l’unica differenza tra il funzionamento del nostro cervello e quello degli altri animali, ma non bisogna confondere i sogni con la realtà pena disastri come questo.
  • Il marito della ferita che continua a ripetere “svegliati” manda un messaggio preciso alla donna che ha chiesto al suo sogno di diventare reale senza seguire la prassi prevista per rendere reali i sogni, perché una che considera reali i suoi sogni anche da sveglia è una che rifiuta di svegliarsi.
  • La cosa da capire è che questo ragazzo è passato dall’essere un sogno all’essere una realtà senza che ci fossero due persone che rendevano lecito quel sogno credendo entrambe ad esso e ora il ragazzo è una realtà abusiva non solo quando occupa una casa non sua ma anche quando fa qualcosa stando in strada, perché adesso qualunque cosa lui faccia è un’azione reale fatta in un mondo che non lo accetta come reale se non lo è diventato tramite un accordo tra due persone diverse.

Il ragazzo appare sconvolto e va a sfogarsi piangendo accanto alla sua moto. Lei gli va vicina, invita lui a poggiare la testa su di lei e gli accarezza dolcemente i capelli.

  • Nonostante i due chiari messaggi di rifiuto dell’ambiente rispetto a quel sogno reso reale da una persona sola, i pugni del pugile e la ferita provocata alla donna che passava in strada, la nostra donna insiste nel chiedere a quel ragazzo di diventare il suo partner in un amore reale.

Ora li vediamo cercare una casa vuota da abitare nel quartiere cinese e poi tornare in quella strada la sera stessa, come se la donna avesse fretta di arrivare in fondo.

  • Il problema di questa donna è la fretta, perché lei vuol rendere reale subito un sogno che acquisterà il diritto di diventare reale soltanto domani, quando lei avrà trovato un uomo che abbia un sogno simile a quello.

|<= 9 – Té (lei insiste a considerare reale il suo sogno e lo sposa a un tavolo da te)



Il ragazzo deve intervenire sulla serratura per aprire la porta della casa cinese, ma dentro trovano un bel giardino.

Senza nessuna esplorazione di quella casa e senza ascoltare alcuna segreteria si siedono su un divano rosso col tavolino davanti già apparecchiato. Lui versa il te in entrambe le tazzine.
Dopo il te bevuto insieme lei mette il suo piede sopra al piede di lui. Si guardano, poi lui va a baciarla e lei gli va incontro. Visto che vediamo le braccia aprirsi, pensiamo che quello che comincia col bacio finirà col sesso.
I padroni di casa della foto al muro sembrano fare i testimoni di quella che appare come una cerimonia nuziale.

  • Il rosso del divano ci dice che siamo nella fase di stato nascente di una nuova coppia, fase che rende reale una relazione che fino ad ora era stata solo sognata.
  • Lei e lui dopo la cerimonia nuziale del te bevuto insieme fanno sesso, ma è un sesso incestuoso perché lui è stato partorito da lei, per cui lei si approva da sola i propri sogni, commettendo un abuso di potere perché assomma in se sia il potere maschile di proporre che quello femminile di approvare o meno una proposta.
  • ra il loro primo contatto in casa del pugile e le loro nozze sul divano rosso della casa cinese è passato pochissimo tempo perché lei e lui sono già d’accordo su tutto visto che lui è nato dai sogni di lei, come dimostra il fatto che non hanno mai avuto bisogno di dirsi una sola parola per trovare quell’accordo sul senso da dare alle parole necessario in ogni matrimonio che ha l’ambizione di durare.

|<= 10 – Nei guai (la società non riconosce il matrimonio con Lui e lo incarcera)



Il luogo della ricerca successiva è decisamente squallido, il che non lascia presagire nulla di buono per il seguito dell’unione appena celebrata tra lei e lui.

  • Non è in un posto come questo che lei può sperare di trovare un uomo con bei sogni, ma ora lei non cerca più un uomo con cui condividere i suoi sogni ma un tetto da avere sopra la testa mentre vive in compagnia del suo sogno, insomma un posto dove fare vita da single, con la stessa persona che decide cosa fare e se quello che fa è buono, senza alcuna garanzia di saper riconoscere le scelte che promettono bene da quelle che promettono male perché la persona che propone coincide con quella che giudica la proposta.

Una casa da abitare nel quartiere squallido dei single lei la trova, perché il ragazzo vorrebbe andarsene da una casa dove c’è puzza di morte ma lei si tappa il naso ed entra lo stesso nella casa col vecchio morto da poco.
Il ragazzo chiama il numero appeso sopra al telefono, ma una voce di donna dice che loro sono in vacanza all’isola di Giu-giù e se hanno bisogno di contattarli possono richiamare tra tre giorni.

  • Ad essere morto a questo punto della storia non è solo il vecchio ma anche il sogno della donna di trovare un uomo con cui condividere la sua idea dell’amore.

La donna, aiutata dal ragazzo che ora è il suo compagno, seppellisce il vecchio con l’amore che ci avrebbe messo se fosse stato suo padre, poi si considera moralmente la figlia di quel vecchio e decide di installarsi stabilmente nella casa che il vecchio ha lasciato libera per sempre.

  • Insieme al vecchio morto da qualche giorno la donna seppellisce anche la sua precedente ricerca di un uomo, morta anch’essa da qualche giorno perché lei è da qualche giorno che ha chiesto al ragazzo di diventare l’uomo che non aveva trovato.

Dopo aver seppellito il vecchio stanno ripulendo la casa quando il figlio, tornato dalla vacanza, chiama il padre perché vede la chiamata sulla segreteria e il ragazzo alza il telefono ma poi lo richiude senza rispondere al “papà stai bene?”
Poi vediamo loro due che dormono insieme e lei che cucina per lui, che ora mangia con lei essendo stato promosso al ruolo del compagno di vita di quella donna.

Figlio del vecchio: – E voi chi siete? Che cosa fate a casa di mio padre?
Figlia del vecchio (passando avanti al fratello): – Mio padre? Dov’è mio padre?
Realizzato che lì il padre non c’è, il figlio chiude dentro la donna e il ragazzo e telefona alla polizia chiedendo che vengano subito.

  • Adesso abbiamo una risposta al “voi chi siete?” perché da quello che hanno fatto si capisce che loro sono una nuova coppia senza una nuova casa, dove la mancanza della casa è la conseguenza del fatto che quella coppia non si è formata seguendo le regole fissate dalla società per riconoscere ad essa il diritto ad avere un posto nella società, e per ristabilire l’ordine violato dalla nascita non autorizzata di quella coppia viene chiamata la polizia.

Il ragazzo e la donna sono ammanettati.
Capo della polizia: – Che avete fatto a quell’uomo? Insomma, parlate. L’avete ucciso, vero?
Poi il capo trova la fotocamera e facendo scorrere le foto dice: – Ahh, vedo che siete entrati in molte altre case. E vi siete anche fatti le foto come fosse a casa vostra, eh?
Poi porgendola al poliziotto al suo fianco: – Tenente Lii, guardi se i proprietari hanno denunciato un furto con scasso.
Tenente: – Si, signore.

Capo della polizia: – Voi due, che cosa avete rubato in tutte quelle case?
(Poi visto che il ragazzo lo guarda negli occhi): Per questo teppista ci vuole una lezione. Porti via la donna.
Mentre la donna viene portata via, assistiamo alla lezione: sedia rovesciata mandando in terra il ragazzo, una serie di schiaffi e visto che il ragazzo continua a guardarlo negli occhi, una serie di pugni in pieno volto.
La donna vede i pugni mentre transita nel corridoio accanto e rabbrividisce.

  • La prima azione compiuta dalla polizia sugli arrestati è quella di separarli, rendendo di nuovo virtuale quella coppia che per qualche giorno si è considerata reale, ma che per la società non è mai esistita.

Il capo della polizia dice al figlio del vecchio che suo padre è stato “seppellito in fretta vicino alla casa”, ma al tenente che va alla casa col figlio e fa aprire il coperchio della bara, il vecchio non sembra affatto seppellito in fretta.

|<= 11 – False accuse (con lei portata via dal marito, le accuse a Lui si sgonfiano)


Il capo della polizia sfoglia un blocchetto con denunce di persone scomparse, poi mostra questa scheda alla donna con un: – Questa sei tu, vero?
Il poliziotto prende il silenzio di lei come un “si” e telefona al marito, intento a giocare a golf nel suo giardino.

Capo della polizia: – Violazione di domicilio, omicidio, occultamento di cadavere, rapimento a scopo di estorsione. Se c’è qualcos’altro, dimmelo ora. Che cosa hai fatto a quella donna? Che le hai fatto per ridurla al silenzio in questo modo?
Tenente (dopo aver consegnato dei fogli): – Signore, lui è pulito. Inoltre ho chiamato alcune delle abitazioni che ha fotografato e mi hanno detto che non è stato rubato niente.
Capo: – Veramente? Appena arriva il marito, lo porti qui.
Tenente: – Si signore.
Capo: – Sei anche laureato! Allora, perché ti sei introdotto in quelle case?

  • Il fatto che il ragazzo sia laureato ci dice che nei suoi sogni la donna desiderava di essere amata da un uomo che aveva conseguito il massimo livello di istruzione possibile, che non sognava tutto il giorno di amare lei perché non sapeva che altro fare ma per sua scelta.

Il marito della donna la porta via tirandola per un braccio, ma prima di uscire chiama il ragazzo “figlio di puttana” e gli tira con violenza delle palline da golf che il ragazzo schiva. Trascinato via dal tenente, il marito dice: – Io lo ammazzo quel bastardo.

  • Per la società la nuova coppia non è mai esistita, la donna è sempre stata del marito e a lui viene riconsegnata, anche se il modo in cui il marito la preleva non mostra alcun legame tra lui e sua moglie, delegittimando sul piano emozionale il legame legale.

Tenente: – Abbiamo i risultati dell’autopsia. Non è omicidio, è stato un cancro ai polmoni.
Capo: – Cosa? Cancro? Sono sicuri?
T.: – Si. Mi rendo conto. È stato avvolto accuratamente in un lenzuolo funebre. Se escludiamo una cerimonia ufficiale, diciamo che ha seppellito il corpo meglio di un figlio. A me, signore, non sembra una cattiva persona.
Capo (chiudendo con rabbia il referto): – Grazie tenente, aspetti fuori.
Capo: – Ti sei salvato dall’accusa di omicidio. Allora com’era? Ti piaceva violentarla, vero?
Il ragazzo lo guarda, accennando a un sorriso.

  • Notare che appena la donna va via col marito la posizione giudiziaria del ragazzo diventa nettamente migliore, il che evidenzia che la colpa addebitata a lui è soprattutto quella di aver fatto coppia con la donna seguendo una procedura non ammessa come lecita dalla società.

Marito (dopo aver annaffiato una pianta): – Guarda la tua pianta preferita? Sapevo che saresti tornata e così me ne sono preso cura. Guardala, sembra forte, vero? Ci ho riflettuto. Lo so, ho esagerato. Sarò bravo d’ora in poi.
Lei rifiuta il braccio sul collo girandosi dall’altra parte.
M.: – Va bene, sto fermo. Se non vuoi, non lo faccio. Vedi, sono cambiato eh?
Quando il marito dice “ho mandato un bel po’ di soldi alla tua famiglia” lei si alza e va via, chiudendosi la porta alle spalle.

  • Nel frattempo vediamo che il marito è rimasto antipatico come lo avevamo lasciato, per cui c’è una contrapposizione tra la coppia illegale ma bella sul piano emozionale e quella legale che di bello sul piano emozionale non ha nulla.

|<= 12 – Vendetta (il marito di lei se la prende con Lui e in cella gli rubano la palla)


Capo della polizia (viste le molte banconote nella busta che gli ha portato il marito): – Se è così è difficile resistere. Farò quello che mi chiede.
Poi vediamo il marito colpire con le palline da golf il ragazzo, fino a che non sta del tutto immobile.
Quando il capo della polizia lo tira su da terra chiedendogli se ride ancora, però, il ragazzo lo stende e lo soffocherebbe se non intervenisse il tenente.

  • La sofferenza che qui il marito infligge al ragazzo non la procura solo la mano che scaglia le palline da golf, però, ma anche la richiesta di rendersi visibile agli altri che la donna ha fatto al ragazzo.

Con una racchetta immaginaria il ragazzo colpisce una palla immaginaria, ma il rumore della racchettata lo sentiamo anche noi e pure quello della pallina rimessa al suo posto. Poi il detenuto accovacciato gli ruba la pallina immaginaria e visto che non gliela vuole restituire segue una aggressione molto reale.
Dopo di che il ragazzo viene messo in una cella da solo, dove lontano dagli occhi altrui tornerà quello che era: un sogno visibile solo a chi lo sta facendo.

  • Togliere un sogno ad una persona fa male quanto e più che togliergli una cosa reale, ma il modo per evitarlo c’è ed è quello di non mostrare i propri sogni alle persone che non hanno anche loro dei sogni da realizzare, una cosa che il ragazzo comincia a fare quando viene messo in cella da solo, ma che non può portare a buon fine fino a che la donna non lo autorizza a tornare quello che era all’inizio, ovvero un sogno di lei fatto per aumentare il proprio piacere e non per rimproverare qualcosa al marito.

|<= 13 – Fantasma (Lei scioglie il matrimonio e Lui torna ad essere visibile solo a lei)


La donna torna nel quartiere cinese, ma non ci va per rinverdire il ricordo del matrimonio col ragazzo che ha celebrato proprio lì bensì per sciogliere quel matrimonio

  • A questo punto la donna capisce che ha fatto del male a se stessa mostrando agli altri il sogno incarnato nel ragazzo e rifà questa strada per fare marcia indietro.

La porta è aperta e lei non risponde al “Cosa desidera?” del padrone di casa, ma si toglie le scarpe, va sul divano e chiude gli occhi, autorizzando il ragazzo a tornare ad essere quello che era originariamente, cioè un sogno.
Il padrone di casa protegge il sonno della donna dicendo a sua moglie di lasciarla dormire.
Compiuta la sua missione, la donna vestita coi colori della notte ringrazia la coppia vestita coi colori del giorno con un inchino e va via.

  • La teiera orientata verso il sesso della donna ci dice che qui un sesso maschile ha cercato quello di lei, con produzione di piacere (tazzina di zucchero), creando una coppia (le due tazzine capovolte), ma era sesso di lei con se stessa ed ha creato problemi, per cui adesso la donna è tornata qui per sciogliere quel legame.

Marito (con voce dura): – Dove sei stata? Ti ho detto di avvertirmi se esci.
Lei fa per proseguire, il marito la trattiene ma lei se ne libera con una forza e una decisione che ce la descrivono come una donna nuova, molto diversa da quella che in passato subiva senza reagire.

  • Il fatto di aver riportato dentro di se il suo sogno cambia questa donna, facendola passare da una negatività durante la quale accettava di farsi fare del male dal marito ad una positività durante la quale accetterà solo le cose che la fanno star bene.
  • Anche questo è un modo di rendere reale il ragazzo, ma è diverso dal modo di prima perché ora è lei che rende reale il ragazzo con le sue azioni, portando nella sua vita reali quei desideri che hanno creato il ragazzo perché lei potesse vedere quello che desiderava, quindi non per far fare qualcosa al ragazzo che sul mondo reale non può influirci ma per far fare qualcosa a lei che invece sul mondo reale può influirci tutte le volte che vuole.

La guardia cerca a lungo il prigioniero che sembra si sia volatilizzato, scoprendo alla fine dalla doppia ombra davanti a se che lui è dietro. – Sei dietro di me, vero? L’occhio umano vede a 1800 , quindi ti stai nascondendo negli altri 180. Ma è impossibile.
Il ragazzo si lascia vedere e gli sorride, ma la guardia lo butta in terra e lo picchia sulla schiena con grande rabbia usando il manganello, anche se l’uscita del prigioniero è prevista per il giorno dopo.

  • Il ragazzo non sta giocando a nascondino camminando nei 180 gradi che l’occhio umano non vede come pensa la guardia, ma sta tornando ad essere quello che è: una seconda persona che vive dentro alla persona che la sta sognando, invisibile non perché è dietro a qualcuno ma perché è dentro di lui, ma invisibile agli altri perché la persona che ha un sogno quel sogno lo vede tutte le volte che vuol vederlo, dopo di che può anche portarlo nella sua vita reale attraverso le sue azioni.

Marito: – Lo stai aspettando, è così? Stai aspettando lui, aspetti che esca di prigione. Ho indovinato, vero?
Poi il marito chiede al telefono che gli passino il servizio traslochi, ma la moglie gli toglie il cellulare di mano guardandolo come ieri non lo avrebbe mai guardato, visto che il marito desiste dicendo: – Bene, allora. Aspettiamolo insieme. Ti sfido a venire qui, figlio di puttana.

  • Il marito non ha indovinato affatto, perché un sogno non si fa aspettare vivendo dentro e rispondendo ogni volta che lo si chiama, mentre quello che si fa aspettare è il momento in cui lei lo renderà reale con le sue azioni, oggi con le sue azioni col marito di adesso e domani con le sue azioni col marito di domani.

La guardia chiama invano il detenuto 204 e poi dice che appena dentro lo ammazza. Ma questa volta il ragazzo non è dietro la guardia, perché è tornato ad essere quello che era all’inizio cioè una persona invisibile che vive dentro ad un’altra persona, ma i pugni che dà usando le mani della persona che lo ospita sono molto reali e mandano subito ko la guardia, prima di scaraventarla fuori dalla cella.
La guardia torna dentro pensando di poter vincere, ma un solo pugno la rispedisce fuori, dopo di che si affretta a chiudere la porta dicendo, con voce tremante dalla paura: “Maledetto fantasma”.

  • Un sogno vive nel cervello dietro, che non può agire sull’esterno direttamente ma solo chiedendo di farlo al cervello davanti, ma l’esterno può agire sul sogno perché i segnali arrivano nel cervello dietro.
  • Il cervello dietro è grande, però, e i segnali in arrivo ostili al sogno non possono andare ad aggredirlo perché non sanno dove sia, se non lo fa trovare il cervello davanti che invece dove sta il sogno lo sa benissimo.
  • La guardia ieri trovava il ragazzo, dopo averlo cercato, perché glielo faceva trovare la donna mostrando il suo sogno all’esterno e facendolo vedere anche a quelli che non lo amavano, ma appena la donna rende di nuovo solo suo il suo sogno, subito la guardia non lo trova più.
  • Il sogno può trovare la guardia, però, e colpirla tutte le volte che vuole, anche se non con le proprie mani ma usando le mani della persona che lo sta sognando, per cui qui è il pugno della donna che stende la guardia, su richiesta del ragazzo di farlo.
  • La guardia torna dentro pensando di essere più forte dei sogni perché lei è reale, ma scopre rapidamente che un sogno è più forte di qualsiasi realtà, perché viene prima della realtà e può orientare la percezione che si ha della realtà nella direzione che decide lui.

|<= 14 – Fuori  (Uscito di prigione Lui pare vendicarsi, ma si fanno del male da soli)



Il ragazzo esce di prigione, ma il suo spirito è gia fuori, come testimonia la donna che sta lavando a mano i panni come faceva lui al tempo che era il sogno di lei, mentre il marito le dice: – Hai la lavatrice. Perché ti complichi la vita?

Una mazza da golf mossa da mani invisibili indirizza con precisione e potenza molte palline da golf sul corpo del capo della polizia, e pensiamo che a lanciarle sia il ragazzo.

Moglie del pugile: – Perché hai spento il telefono, eh? Lo sai quante volte ti ho chiamato?
Marito: – Ma che ti devo dire? Te l’ho detto, si era scaricata la batteria.
Moglie (dopo avergli dato uno schiaffo): – Che gran bugiardo. Mi prendi per una stupida. Con chi ti sei visto?
Marito: – Si può sapere che diavolo ti succede? Sei diventata pazza?
Moglie: – Sei tu che mi fai perdere la testa. Chi è la ragazza che chiama sempre la sera tardi?

  • Qui il ragazzo restituisce i pugni che ha ricevuto da un pugile che prima lo ha menato e solo dopo gli ha chiesto chi era, usando le mani di sua moglie alla quale ha suggerito che il marito la tradisce, il che probabilmente è vero perché uno che per mestiere dà pugni è più probabile che faccia degli sgarbi che dei complimenti a sua moglie.

Marito: – Smettiamola, non hai sentito qualcosa?
Moglie: – Che avrei dovuto sentire?
Marito: – Aspetta ho l’impressione che ci sia qualcuno in casa.
Moglie: – Sono un’idiota a fidarmi di te.
Marito: – Zitta, c’è qualcuno sono sicuro.
Moglie: – Non cominciare a recitare la commedia.
Marito (andando via dal letto): – Aspetta c’è qualcuno di sicuro.
Moglie (seguendolo). – E chi sarebbe?
Marito: – Giuro, qui c’è qualcuno.
Moglie: – Non ti voglio ascoltare, non mi fido per niente di te.
Poi la moglie si prende uno spavento vedendo questa immagine.
Marito: – Visto, te l’avevo detto.

  • È vero che c’è qualcuno, ma il pugile non può vederlo perché è un sogno e perderà contro di lui come perderebbe un incontro di boxe se combattesse con gli occhi tappati.

Anche la donna della casa del quartiere cinese dove il matrimonio è stato prima celebrato e poi sciolto avverte una presenza, che è reale perché vediamo il cuscino muoversi, ma lei resta tranquilla.

  • Un sogno non fa del male a chi non vuol fare del male a lui, per cui tutte le persone colpite dal ragazzo in realtà si colpiscono da sole, visto che il ragazzo si limita a rimandare verso di loro quello che loro hanno lanciato verso di lui.

La presenza del ragazzo viene percepita come una minaccia dal fotografo che preferiva il sesso ai sogni e continua a farlo, avendo riportato il sesso al centro dell’attenzione in questa foto, coi pugni chiusi della donna rivolti verso la stessa donna e la spalla spostata sul sesso, come a dire che le sue mani lui le vuole mettere lì, che lei voglia o meno.

Le mani lì ce le mette perché la sua ragazza glielo consente, ma con poca soddisfazione questa volta perché lei si tira indietro dicendo con voce impaurita: – Mi sembra che qualcuno ci stia guardando.

  • Qui la ragazza e il fotografo danno la colpa al ragazzo, ma il vero motivo per cui non si divertono è che l’orientamento al sesso non è un orientamento al piacere e il ragazzo si limita a far emergere i limiti di quello che stanno facendo.

La ragazza caccia un urlo, subito soffocato.
Fotografo: – Che c’è?
Ragazza: – Perché hai appeso una cornice vuota, fa impressione.
Poi la luce si spegne e la ragazza caccia un secondo urlo.

|<= 15 – Innamorata (Non considerato ne troppo ne troppo poco, Lui porta l’amore)



Il marito è quello che più di ogni altro percepisce la presenza in casa del sogno della moglie personificato dal ragazzo, e non ce lo vorrebbe ma questa volta non sa chi colpire con la mazza da golf visto che ora lui il ragazzo non può vederlo più.

Marito (rientrando in camera alla moglie): – Sono sicuro che c’è qualcuno. Potrebbe essere lui.
Ed è lui, perché la donna può intravederlo al di là del vetro, che però forse riflette una cosa che lei ha dentro.

Lei aspetta che il marito si riaddormenti, poi si alza e va allo specchio, che gli fa vedere il ragazzo creato dal suo desiderio.


Quel sogno è così nitido che lei quel ragazzo sognato può anche toccarlo senza che svanisca.

Quella è incubazione, però, perché appena il marito esce dalla camera armato di mazza da golf il sogno scompare lasciando il posto al marito reale


Marito (con voce dura): – Si può sapere che fai alzata?
Donna (dopo aver sorriso, dicendo le sue prime due parole): – Ti amo.
Marito (che non crede ai suoi orecchi): – Cosa?
Poi il marito si guarda dietro, per vedere se lei sta dicendo ti amo a qualcun altro, ma non c’è nessuno.
A questo punto il marito abbraccia la donna dicendo le sue prime due parole gentili: – Oh cara!

Dietro c’è qualcuno, invece, solo che lo può vedere solo la donna perché è un suo sogno, il sogno di un amore per domani.
L’abbraccio del marito e il contemporaneo bacio col ragazzo durano a lungo, in qualche modo fondendosi l’uno con l’altro.

  • Un amore sognato per domani può portare amore nel presente dentro a quella stessa relazione che domani verrà terminata per far posto al nuovo amore?
  • Si, secondo questo film e anche secondo me, perché a quell’appuntamento futuro lei invita chi ci sta ad amarla nel modo desiderato da lei e nessuno vieta al marito disapprovato di oggi di diventare il marito approvato di domani, se non se lo vieta da solo perché lui vuol continuare ad essere anche in futuro in un modo che non sta (più) bene a lei.
  • Se continuate a pensare che ci sia un uomo di troppo in questa casa, tenete presente che secondo il modello del cervello usato qui proprio questa è la soluzione escogitata dal cervello per risolvere “il dilemma fondamentale” dell’uomo: cambiare il cervello man mano che cambia l’esterno, sacrificando la possibilità di comunicare a parole perché salta l’accordo interno al gruppo, o restare come si è mentre l’esterno cambia, sacrificando la capacità di rispondere efficacemente all’ambiente?
  • Non si può rifare tutti i mesi quell’accordo che porta ad una cultura condivisa per costruire la quale servono molti mesi nei quali non si pensa ad altro, così come non si può rifare ogni mese un’elezione politica, per cui un accordo importante deve durare almeno 10 anni, tempo durante il quale il mondo intorno cambia e le risposte previste per le situazioni diventano sempre più inadeguate.
  • La soluzione adottata dal cervello è proprio il funzionamento in incubazione che porta alla costruzione del ragazzo che vediamo qui, ovvero quella di preparare risposte adeguate alle nuove situazioni, e anche a quelle vecchie se le risposte utilizzate sono risultate insoddisfacenti, senza usarle per ora, motivo per cui il ragazzo è invisibile al marito e a tutti meno che alla donna che sta facendo incubazione.
  • Ad un certo punto il cervello è pronto a sostituire la vecchia struttura, qui l’accordo attuale col marito attuale, con la nuova struttura preparata dall’incubazione, con chi ci sta a condividerla, durante una fase complicata ma accettabile se fatta ogni 10 anni, durante i quali anche un sistema lento come il cervello ha avuto il tempo di mettere a punto una nuova cultura.

La donna appare molto attiva in cucina e vediamo che ha preparato con cura molte pietanze dall’aria appetitosa.
Donna: – La colazione è pronta.
Viene a tavola il marito e dietro di lui anche il ragazzo, vestito allo stesso modo ma il marito sopra ha i colori del giorno e il ragazzo quelli della notte rischiarata dalla luna. Lei si siede a tavola e sorride al marito, che le chiede: – Cosa ti rende così felice?

  • Notare che questa donna ha riacquistato la parola dopo aver separato la cultura da usare in futuro, il ragazzo, dalla cultura usata al presente col marito, perché una cultura definisce una lingua e non si possono usare due lingue diverse contemporaneamente.
  • Insieme alla capacità di parlare la donna ha riacquistato la capacità e il piacere di fare, perché oggi lei sa separare gli obiettivi di oggi da quelli di domani, il che è importante visto che culture diverse si danno obiettivi diversi e che non si possono perseguire due obiettivi diversi contemporaneamente, pena il blocco della propria capacità di fare e la conseguente perdita del piacere di darsi un obiettivo e di raggiungerlo.
  • Ad un dato istante o la donna sta solo col marito come in questa inquadratura o sta solo col ragazzo, ma per risolvere in modo efficiente il dilemma fondamentale le due relazioni devo alternarsi continuamente l’una all’altra in modo da portarle avanti entrambe, anche se lavorando su una sola di esse ad un dato istante.
  • Per apprezzare la contemporaneità di queste due relazioni è importante capire che i problemi col marito vanno ad alimentare la relazione col ragazzo, dove essi trovano la soluzione migliore possibile trattandosi di una relazione sognata, dopo di che i successi col ragazzo vanno a rendere migliore la relazione col marito, che può quindi durare senza creare troppa sofferenza fino alla scadenza naturale della relazione 10 anni dopo, o 20 anni dopo se ci sono dei figli.

La donna guarda il marito sorridente e la sua faccia continua a sorridere anche quando si mette a mangiare perché il marito le ha detto: – Smettila di ridere e mangia.
Marito: – Che strano, è come se da ieri sera qui ci fosse qualcuno.
La donna come risposta all’osservazione del marito avvicina i piatti al bordo, in modo che possa mangiare anche il ragazzo che solo lei può vedere.
Marito (accennando ad un sorriso anche lui): – Cosa c’è che ti fa tanto ridere? Sei felice.

  • Se la situazione prevede che il ragazzo sognato compaia in un momento in cui il marito è assente scomparendo appena torna presente il marito, perché questo è ciò che caratterizza il funzionamento in incubazione, come è che qui marito e ragazzo appaiono presenti insieme?
  • Dopo che la donna ha accettato di portare avanti entrambe le relazioni alternandole temporalmente in modo che non siano contemporanee, l’effetto di una relazione può e deve manifestarsi dentro all’altra, perché la relazione col marito trae beneficio da quella col ragazzo e viceversa.
  • Quello che vediamo qui non è allora il ragazzo presente insieme al marito, ma il ragazzo ancora assente che fin da adesso rallegra il tempo che la donna passa col marito, perché oggi nella testa di lei il ragazzo e il marito vivono insieme e solo domani diventeranno uno alternativo all’altro]

Marito (prima di andar via): – Non aprire la porta a nessuno.
Poi sorride, la bacia sulla guancia e si avvia.
Appena il marito scompare il ragazzo fa partire la musica.
La donna va a cercarlo, ma ancora non lo vede.
Poi il ragazzo compare alle spalle di lei e la donna sorride avvertendone la presenza. Lei apre la braccia come se volesse volare, indietreggia fino a che l’ombra di lei e quella di lui si sovrappongono perché lui è stretto tra lei e il muro. Poi lei si gira e si baciano sulle labbra

  • Notare che il ragazzo compare quando il marito scompare, come previsto nel funzionamento in incubazione, e che ci mette un po’ a manifestarsi del tutto, perché è un sogno che lei sta evocando nella sua testa e ci vuole un po’ prima che diventi vivido come una situazione reale.
  • Il marito che va via, oggi temporaneamente e domani definitivamente, la bacia sulla guancia perché l’accordo con la moglie sul significato da dare a parole e gesti è nella sua fase discendente, mentre il ragazzo la bacia sulle labbra perché quell’accordo è nella sua fase ascendente e se l’intesa sui significati di parole e gesti non è ancora perfetta, prima o poi lo diventerà.
  • Lei trova prima l’ombra di lui e solo dopo che si è girata trova il ragazzo in carne ed ossa, ma la donna girata non è quella di oggi bensì quella che ci sarà domani, quella che lei si prepara ad essere ogni volta che coltiva il suo sogno per il futuro costruendo un pezzo in più di quella struttura cerebrale oggi non utilizzata che è la struttura in incubazione.
  • Usare tutto il giorno la struttura ancora in incubazione è l’errore che la donna ha fatto ma che oggi non fa più, perché adesso la usa solo quando ha tempo e spazio per sognare.

|<= 16–Titoli di coda (Un sogno non è reale oggi ma crea ciò che sarà reale domani)


Sono entrambi sulla bilancia, ma essa segna zero che è il peso di lei da sola con la nuova taratura della bilancia scelta da lei, perché lui è un suo sogno e oggi lei non confonde più i sogni con la realtà come faceva ieri. Segue la scritta: È DIFFICILE DIRE SE IL MONDO IN CUI VIVIAMO SIA UNA REALTA’ O UN SOGNO

  • È difficile dire qualunque cosa, in un mondo che si rifiuta di vedere come il cervello comanda il comportamento perché meno si capisce il comportamento umano meglio è quando si vive nella totale falsità di una vita privata negativa.
  • Il mondo esterno esiste per conto proprio ma non è in questo mondo esterno ed oggettivo che vive il cervello davanti di cui ho parlato commentando George, bensì nella rappresentazione del mondo esterno memorizzata nel cervello dietro, per cui il cervello che agisce vive in un mondo che non è percepito dai sensi ma è sognato a partire dai contenuti portati dentro dai sensi.
  • C’è dunque poco da meravigliarsi se un amore sognato per domani porta l’amore nella vita presente, come vediamo succedere alla fine di questo film, perché il cervello è un sistema per sognare, anche se controllato dai sensi che vietano da svegli sogni non confermati dal ritorno sensoriale.
  • Non bisogna però confondere il sogno per domani con la realtà di oggi e quando la donna lo fa, esasperata per il fatto di non trovare un uomo esterno che faccia il suo stesso sogno consentendo a questo sogno di diventare realtà subito, allora il sogno finisce in galera, rifiutato sia dall’ambiente esterno col quale non si è accordato sia dalla donna che lo aveva fatto ma non cresciuto abbastanza prima di lanciarlo nel mondo esterno.
  • Recuperato il sogno in quanto sogno, esso porta una ventata d’amore nel presente della donna, ma se il marito non collabora facendo anche lui un sogno per il futuro che rallegri il suo presente allora l’allegria che la donna ricava quando sogna durerà ben poco quando il marito sarà presente.
  • Sul pianeta dove l’amore è positivo sognare la relazione che si desidera per domani non è proibito ma incoraggiato, lo fanno entrambi e questo consente di portare nel presente l’amore sognato per domani rendendo bella anche la relazione attuale tra di loro (oltre che tutte le relazioni di amicizia dove si mette un po’ di amore, col pieno consenso del partner)

|<= FINE RIASSUNTO DEL FILM e INIZIO APPROFONDIMENTI

|<= Il ragazzo è il marito che lei sogna per il suo secondo matrimonio


Ho parlato di amore a tre nel film NOVO, facendo notare che è l’unico possibile in un mondo in rapido cambiamento come quello attuale.

Sempre nel film NOVO ho parlato dell’importanza del sognare da svegli (aver imparato a sognare da svegli sarebbe infatti l’unica differenza tra il funzionamento del cervello degli umani e quello degli altri animali, delfino escluso perché per un “difetto di fabbrica” se dorme allora affoga, essendo pertanto costretto a dormire con mezzo cervello per volta). Probabilmente non vi sarete meravigliati che abbia classificato il sognare da svegli in due facendo lo stesso sogno come amore, mentre immagino che non vi sia suonato bene che il sognare da svegli in due facendo ognuno il proprio sogno lo abbia chiamato amicizia con amore.

Ecco i due protagonisti maschili di un amore a tre: lei, il marito di oggi nella BMW-auto e Il marito sognato per domani sulla BMW-moto.

La cosa strana è che il marito di domani abbia un corpo, vero?
Di chi pensate che sia questo corpo, se non di uno che la donna oggi conosce e che magari frequenta in qualità di amico?

|<= Il marito sognato da lei oggi ha il corpo di un amico di lei


Se la protagonista vuole sognare un uomo da amare che oggi non c’è, ha bisogno di un amico che dia un corpo all’uomo che oggi non c’è.

Sulla base di questa foto, il ragazzo sognato dalla protagonista potrebbe tranquillamente avere il corpo del marito di questa donna, una volta tolti gli occhiali. Il che spiegherebbe come mai all’inizio del film la protagonista immagina il ragazzo che sogna a dormire in questa casa, comportandosi in tutto e per tutto come se fosse l’uomo che vive in questa casa.


Quello qui sopra è il ragazzo sognato dalla protagonista e quello qui sotto è il marito della donna annoiata, abbastanza giovane per poter pensare che il corpo del ragazzo sognato dalla protagonista sia proprio il suo.

Non si può sognare un uomo senza un corpo e per poter immaginare “il marito desiderato per domani” la protagonista deve per forza prendere a prestito il corpo di qualcuno che conosce.
Se siete un uomo, vi dispiacerebbe che il vostro corpo sia usato nei suoi sogni da un’amica o vi farebbe piacere? A me farebbe piacere e credo che farebbe piacere anche alla mia amica se io uso il suo corpo nei miei sogni.
Per me è facile considerare bello questo uso del corpo altrui, perché so che viene usato per una bella cosa come la costruzione di una struttura cerebrale, che oltre a recepire i nostri desideri e ad essere aggiornata al mondo come è oggi, sarà usata domani per la più bella delle cosa che possiamo fare: quella di vivere un amore che renda reali i sogni di entrambi. Inoltre quando io penso all’amore, penso a quello positivo orientato all’apprezzamento. Sulla terra attuale l’amore è negativo, quindi orientato al disprezzo altrui, e poichè essere disprezzati non è piacevole, capisco la persona a cui darebbe fastidio l’idea che il suo corpo sia usato da un amico/a quando vuole sognare di amare la persona che ancora deve incontrare.
Su Terra2 ogni uomo è ben felice di essere l’uomo sognato da un’amica, col suo corpo perché per il resto è da vedere quanto c’è di lui in questo sogno di lei. Se a quell’uomo è capitato di usare quell’amica nei suoi sogni, a lei fa sicuramente piacere. Perché allora non ringraziarsi a vicenda di questo piacere che ognuno regala all’altra persona nel momento in cui che è usata (brutta parola) nei suoi sogni (questo modo di essere usati, però, è decisamente bello)?
Come ringraziarsi? Andando ad una cena tra amici che ha come antipasto l’amore e abbracciandosi come si fa nei propri sogni. Lui non sta abbracciando l’amica come è oggi, ma come potrebbe diventare domani se facesse quello che fa la donna dei suoi sogni. Anche la donna non abbraccia l’amico come è oggi, ma come potrebbe diventare domani se facesse quello che fa luomo dei suoi sogni. Ad abbraccio finito è come svegliarsi da un sogno, e nessuno chiederà all’altra persona di diventare come era nel suo sogno. Questo sognare in due facendo due sogni diversi, io lo chiamo amore temporaneo, o amicizia con qualche goccia d’amore. Ed è il cuore di Terra2 perché oltre ad essere piacevole è anche molto utile per mantenere in salute il matrimonio. Vediamo perché.

Marito (con voce dura): – Si può sapere che fai alzata?
Donna (dopo aver sorriso, dicendo le sue prime due parole): – Ti amo.
Marito (che non crede ai suoi orecchi): – Cosa?
Poi il marito si guarda dietro, per vedere se lei sta dicendo ti amo a qualcun altro, ma non c’è nessuno.
A questo punto il marito abbraccia la donna dicendo le sue prime due parole gentili: – Oh cara!

Ebbene si. L’amore sognato per domani riporta l’amore dentro al matrimonio di oggi. Non lo dico io, ma lo dice il film. Io lo confermo

Qui non c’è un uomo di troppo, perché il ragazzo è un sogno per domani. Vive nella testa di lei, ma solo quando il marito è assente (perchè il funzionamento in incubazione cessa e si torna al funzionamento normale quando l’ambiente richiede attenzione).

Quello che resta di un sogno quando si smette di farlo (per riprenderlo più avanti perché stiamo parlando di sogni da svegli) è esattamente quello che trova il marito quando è presente, col corpo e con la testa. Intanto trova una moglie contenta.

La donna appare molto attiva in cucina e vediamo che ha preparato con cura molte pietanze dall’aria appetitosa.
Donna: – La colazione è pronta.
Viene a tavola il marito e dietro di lui anche il ragazzo, vestito allo stesso modo ma il marito sopra ha i colori del giorno e il ragazzo quelli della notte rischiarata dalla luna. Lei si siede a tavola e sorride al marito, che le chiede: – Cosa ti rende così felice?
Una moglie contenta ti fa venir voglia di amarla.

Lei è stata resa contenta da un sogno e non dal marito di oggi. Ma se il marito vuole conoscerlo, questo sogno, lei glielo può raccontare. Dopo di che lui saprà cosa dovrebbe fare se volesse rendere felice sua moglie. Tutto quello che non si può o non si vuole recepire oggi di quel sogno, continua ad essere un sogno per domani, un sogno d’amore da realizzare in un futuro non prossimo. Con chi ci sta ad essere l’uomo desiderato da lei a quel punto della sua vita.

Questo è quanto. Ma non c’è bisogno che crediate a me o agli autori di questo film. Provate e vedrete da soli cosa può fare per voi il coltivare un sogno per domani. Magari scoprendo che può fare molto (se lo coltivate entrambi, cosa che qui il marito non sembra intenzionato a fare, ma se lei insiste a farlo vederete che prima o poi comincia a farlo anche lui).

|<= Cosa fa l’uomo sognato da lei durante il giorno?


L’uomo sognato da lei cucina e cucina per il piacere di cucinare visto che lo fa per se e un sogno non ha bisogno di mangiare. Se Lui ha piacere a cucinare, avrà un piacere doppio a cucinare per la donna che ama.


L’uomo sognato da lei lava i panni, volentieri e con un piacere doppio quando lava le cose portate dalla donna che ama.

L’uomo sognato da lei annaffia le piante della casa, volentieri e con un piacere doppio quando annaffia la pianta preferita dalla donna che ama.

Sistemata la casa in modo che sia funzionale per se stesso e per la donna, per tutto il resto del tempo l’uomo sognato da lei si allena per fare centro con la donna che ama, dove “fare centro” non significa solo fare sesso con lei ma anche farlo nel modo più piacevole possibile (infatti qui il ragazzo cerca la traiettoria migliore per centrare l’obiettivo, ovvero la strada migliore per massimizzare il piacere proprio e di lei).

L’uomo sognato da lei la guarda desiderando di amarla e sognando il momento in cui potrà farlo.

L’uomo sognato da lei aggiusta le cose non funzionanti al meglio della casa.


L’uomo sognato da lei “asciuga le foto di lei col ferro da stiro”  ovvero accarezza il corpo di lei col calore del suo amore e senza la minima traccia di cattive intenzioni (anche un solo granello di polvere righerbbe irreparabilmente la fotografia). Poi, alla fine di una giornata spesa nel massimizzare il piacere proprio e della donna che ama (col buon cibo, coi panni puliti, con le piante rigogliose, cercando sempre la strada migliore per far centro con lei), Lui desidera così tanto di fare sesso con lei da avere un orgasmo anche senza di lei.

L’uomo sognato da lei, quando lei arriva in carne e ossa, non mette via il sogno di amarla ma la aspetta per renderlo reale.

L’uomo sognato da lei non la considera una sua proprietà perchè si fa da parte quando lei vuole avere altre relazioni, lasciandola libera di scegliere le relazioni che vuole.

L’uomo sognato da lei torna appena lei lo chiama accanto a se

Quando l’uomo sognato da lei va da lei, come prima cosa crea un clima piacevole attorno ad entrambi (fa partire una musica piacevole).

Se qualcuno tratta male lei…

l’uomo sognato da lei non sta a guardare ma agisce.

Lui, l’uomo sognato da lei, non può impedire che altri creino sofferenza a lei

ma può offrirle il suo amore, facendole dimenticare presto le offese subite.

Se lei glielo chiede, l’uomo sognato da lei può colpire anche fisicamente quelli che le fanno del male, fermandosi appena non è più strettamente necessario colpirli per impedire loro di nuocere

L’uomo sognato da lei può portarla via da una casa dove lei non è amata.


L’uomo sognato da lei lascia che lei sogni per capire cosa desidera fare, senza farle fretta.

Quando lei cerca amore da qualcuno, l’uomo sognato da lei la accompagna e la aiutaLui ama tutti quelli che amano lei. Questo caratterizza l’amore positivo, perché in quello negativo gli altri che amano lei sono odiati e non amati, sono da distruggere e non da incoraggiare. Questo accettare e incoraggiare altri che amano lei è un moltiplicatore: se Lui può dare a lei una quantità di piacere X, un altro che la ama non porterà il piacere a X+1 ma a 2X, raddoppiandolo. Dieci uomini che amano lei, le procureranno un piacere dieci volte superiore a quello che può darle un solo amore. Per tale motivo non c’è nulla che sia più importante di questo “amare gli altri che amano lei”.

Dopo aver fatto tutte queste cose, mettendo amore per lei in ognuna di esse, l’uomo dei suoi sogni le chiede di fare sesso, dicendole con questa mazza da golf che passa proprio lì che lui ha piacere di farlo.

|<= La fonte del piacere di lei è che Lui desidera il piacere di lei in ogni sua azione


Le cose che lei fa fare all’uomo dei suoi sogni sono, per definizione di sogno, quelle cose che le danno piacere.
Gurardandole in rapida sequenza, possiamo apprezzare che la nota comune a tutte queste cose è che si propongono di dare piacere a lei (oltre che a lui). In ogni sua azione il ragazzo cerca il piacere di lei, dalla prima all’ultima, e ognuna di esse procura piacere a lei. In primo luogo perchè è piacevole che un’altra persona desideri il tuo piacere. Poi anche per la parte utile materialmente, per il mangiare che prepara, per i vestiti che lava o le piante che innaffia. Queste cose utili materialmente vengono fatte anche negli amori negativi, ma in questi manca la prima caratteristica, ovvero il desiderare il piacere altrui. Dopo di che non danno più gioia, non procurano più piacere, anzi procurano sofferenza perché si vede che un’altra persona lavora per la tua sofferenza.

Rivediamo la prima delle cose che fa il ragazzo, quella di cucinare, chiedendoci se ci sono delle differenze tra il cucinare di uno che desidera il piacere di lei e il cucinare di uno che desidera la sofferenza di lei. Non ce ne è una di differenze, ma centinaia. Sono sfumature, ma ognuna di esse contiene per intero il voler bene o male di chi cucina e produce piacere in un caso e sofferenza nell’altro. Queste differenze restano non coscienti perché sono tante e perché se prendessimo coscienza di quante volte dice “desidero la tua sofferenza” (azione che possiamo equiparare ad uno schiaffo) un uomo che cucina per la donna desiderando più che stia male che non bene, alla fine di quel pasto lei non potrebbe che andarsene lontana da lui e restarci per sempre. Questo non si può fare, se non c’è una Terra2 dove andare ad abitare, e dunque è necessario tenere ben sotto alla coscienza questi atti di ostilità.
Ogni azione fatta dal ragazzo del film è mossa invece dal desiderio di fare stare bene lei, per cui possiamo equipararla ad una carezza, e dopo varie carezze è normale che lei provi qualcosa di assimilabile ad un orgasmo.

Come ogni altra azione di Lui orientata al piacere di lei, anche il desiderio di fare sesso procura piacere a lei. Ma è un piacere tra tanti, un centesimo del piacere che Lui le procura durante una giornata, forse un millesimo.


|<= Desiderare di fare sesso procura piacere, fare sesso uccide il desiderio


Ogni volta che il ragazzo dà un colpo alla palla da golf, lui desidera di fare sesso con lei e procura un piacere a lei col proprio desiderio. Sorretta da tale desiderio, la vita è un sogno, bello come tutti i sogni belli.

Dopo cento volte in un giorno che io ho desiderato il sesso, se io lo faccio una volta questo sesso ci aggiungo un centesimo del piacere. Praticamente nulla. Se poi dopo averlo fatto smetto di desiderare di farlo, come è normale che sia, tolgo a lei una lunga serie di piaceri.
Ecco perché lei fa desiderare continuamente il sesso all’uomo dei suoi sogni, ma non glielo fa fare (e non gli costava nulla farglielo fare, bastando immaginare che lo facesse). Dopo due terzi del film tutti all’insegna del desiderio, lei si lascia tentare dal farlo questo sesso e immagina di farlo.

Il sesso lo fanno dopo questa scena. Lei lo chiede mettendo il suo piede sopra al piede del ragazzo e lui lo accetta dandole questo bacio

Per entrare in questa casa, lui ha aperto una porta, scoprendo dentro la casa un piccolo quanto bel giardino. Più avanti ne aprirà un’altra, di porta.

Subito a seguire li vediamo qui. Lo squallore di questa casa ci dice cosa resta quando il desiderio di fare sesso va via, perché il sesso lo hai fatto.

Senza più il desiderio di fare sesso c’è la morte

Il matrimonio consumato è un funerale e il morto è il desiderio di fare sesso, una cosa piccola-piccola questo sesso ma che fa muovere molte cose (per non dire tutte le cose). Non lo dico io, lo dice il film e io mi sono solo limitato a leggerlo, a metterlo in parole, a renderlo cosciente.

Terra1 è il pianeta dove il sesso lo fai alla prima occasione possibile perché il piacere di desiderare lo si vuole uccidere prima possibile, in una relazione orientata alla sofferenza altrui e propria come quella negativa. Su Terra2 le cose vanno molto diversamente, perché qui le persone il piacere lo cercano. E nel desiderare il sesso ne trovano quanto ne vogliono, di piacere. Più in generale nel desiderare lo star bene della persona che amano, in tutti i minuti della giornata e non solo in quelli passati a letto. Ancora più in generale nel desiderare lo star bene di tutte le persone che amano la persona che amiamo, o che potrebbero amarla (in pratica tutte le persone dell’altro sesso)

Questi stessi concetti saranno ripetuti all’interno degli approfondimenti sul film NOVO

a


|<= Foto col cellulare no, con la reflex (ad es. con la Nikon D5100 o superiore) si


Le fotografie fatte per amore e con amore ad una persona (che potrebbe essere una persona con cui siete in amicizia da tempo ma anche una persona appena conosciuta) che alla domanda “posso usare il tuo corpo nei miei sogni?” ha risposto “si… puoi fotografarmi” non le potete fare col cellulare o con una compatta, accettabili per un provino al volo ma che certamente non sono il massimo per un servizio fotografico il cui fine è dare il massimo del valore a chi si fa fotografare. Usare questi mezzi per fare ritratti per uso privato è un atto di disprezzo, frequente su Terra1 quanto improponibile su Terra2.

Per un amore, che è la più importante delle relazioni umane, e a maggior ragione per un amore sognato, che è il massimo dell’amore, ci vuole qualcosa che sia il massimo dal punto di vista della fotografia, ovvero una reflex. Qualunque reflex va bene, perché quelle che contano sono le buone intenzioni di chi la impugna, ma usare una Nikon è una garanzia per la persona che fotografate. La garanzia non è un optional in amore, e ancora di meno è un optionale nell’amore temporaneo dove è frequente  rivolgersi ad una persona che ci conosce poco o nulla, per cui senza alcun intento pubblicitario ma per offrire un servizio a chi mi legge mi sono chiesto quale reflex Nikon consigliare a chi non avesse già una reflex disponibile. La risposta è nel tutorial qui sotto (e il percorso fatto per arrivarci è nella sezione FOTO)

Tutorial della Nikon D5100 fatto dall’importatore (Nital) e presente su YouTube

La Nikon D5100 con un obiettivo equivalente a un 27 – 82.5 mm costa 600€. Che è “il regalo” che chiede una escort per 2/3 ore del suo tempo (per qualcosa che su Terra1 si chiama “fare sesso” ma su Terra2 si chiama “sognare oggi il sesso che si farà domani”, con la escort che fa l’attrice interpretando il ruolo della donna che oggi non c’è). Se 600€ vi sembrano troppi per una macchina fotografica destinata a supportare per tutta la vita il gioco del “posso usare il tuo corpo nei miei sogni?”… allora Terra2 non fa per voi.


|<= Domande e risposte sul “problema del corpo”

  • Che differenza c’è tra una storia raccontata dal telegiornale e una storia raccontata da un film?

La storia raccontata da un film non è una storia reale ma una storia sognata.

  • Per un ragazzo di 18 anni, è più importante una vicenda raccontata dal telegiornale o una vicenda raccontata da un film?

La vicenda raccontata da un film è un sogno che chiede di essere realizzato domani. Cosa c’è di più importante del trovare un sogno da realizzare domani per un ragazzo che ha tutta la vita davanti?

  • Di cosa si ha sicuramente bisogno per realizzare un film?

Si può anche aver bisogno di costruire degli ambienti, ma di sicuro si ha bisogno di persone (attori e attrici) che diano un corpo ai personaggi

  • Di chi può essere il corpo del ragazzo sognato dalla protagonista?

Di un conoscente della donna che fa il sogno.

  • Perché la storia comincia col ragazzo sognato che dorme in una casa diversa da quella dove abita la donna che lo sogna?

Perché prima di cominciare a girare il film bisogna trovare un attore che dia un corpo al ragazzo sognato e la donna che sogna deve andare a cercarlo in una casa diversa dalla sua se scarta come attore il marito attuale.

  • Perché il ragazzo si fa delle foto-ricordo davanti alle foto degli abitanti della casa in cui dorme?

Perché guardare una foto aiuta la donna a immaginare come presente davanti a lei il conoscente utilizzato per dare un corpo al suo sogno.

  • Da cosa si vede che il conoscente utilizzato come attore ha autorizzato la donna a usare il suo corpo nei sogni di lei?

Qualcuno fa trovare la casa di questo conoscente pronta ad accogliere un ospite (dal frigo pieno ai fiori nelle stanze), mette foto sue alle pareti e fa trovare sul tavolo del soggiorno l’album con le foto di famiglia. La padrona di quella casa non sembra per nulla interessata ad aiutare i sogni altrui e dunque non può che essere stato lui, evidentemente lusingato di essere pensato come l’uomo ideale di una donna, mentre la moglie lo tratta come suo nemico.


|<=

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *